accedi   |   crea nuovo account

Trent'anni

Aspetto e trovo
persone cattive o
persone ferite,
sommerse a tal punto nella propria vita
che lasciano solo un piccolo spiraglio
per far entrare la luce di un’altra persona
che sarà comunque sempre oscurata
dal proprio smisurato ego e
dal suo sconfinato sistema di
autodifesa.
E sono sempre qui sul binario
ad aspettare il treno
che mi porta lontano dai sentimenti.
E mi alieno nel lavoro
che esalta me stessa e
dipende solo da me.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 04/05/2010 18:18
    Una domanda da ignorante... e se quel treno arrivasse, varrebbe il prezzo del biglietto? E l'attesa del viaggio? E sopratutto, la meta sarà migliore del luogo di partenza? Le anime sono corruttibile e corrompenti, perché le debolezze sono sempre meno impegnative delle virtù. Però, se si ha la fortuna d'averne, è preferibile non adeguarsi allo standard. Perché poi le persone degne si ritrovano sempre più sole, quando al contrario potrebbero rendere le stazioni dove quel treno passa più vivibili...
    malinconica la tua voglia, spero non sia una bandiera bianca alzata alla speranza
  • Marco Vincenti il 14/10/2008 15:09
    Il tempo che passa e segna i passi frenetici di questa nostra esistenza.
  • Nicola De Dominicis il 12/10/2008 11:11
    persone che vivono solo della propria vita senza mai pensare che, forse, la vita più vera è abbandono ad un di fuori fatto di persone, luoghi, profumi, pensieri...
    Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0