accedi   |   crea nuovo account

Il drogato

Cammini barcollando e stralunato
con gli occhi sbarrati, a terra sei caduto
hai vent'anni, e ne dimostri cento
guardi passar la gente che ha capito
che sei solo uno stupido drogato
non ti ricordi più come ti chiami
talmente il tuo cervello è rovinato
e sei li a terra
convulsioni, bava alla bocca, emetti strani suoni
un giovane si ferma. prende il cellulare
digita un numero, e in lontananza
il suono di un'ambulanza.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • francesco muscarella il 05/09/2008 10:44
    Volevo dire ancora, che di scelte sbagliate ne facciamo tantissime, possiamo sbagliare l'acquisto di un'auto o di un televisore, ma comunque si puo sempre rimediare, ma di "quella scelta" siamo consapevoli che ci porterà alla nostra distruzione.
  • francesco muscarella il 05/09/2008 10:19
    Ho usato l'aggetivo "stupido" non nel senso letterale, ma inteso a rimarcare
    quanto questa scelta è sbagliatissima, si puo essere insoddisfatti dalla vita per diverse ragioni, ma da questa scelta difficilmente purtroppo non si torna indietro, qualsiasi problema non si risolve certo con la droga.
    Avrei potuto usare l'aggettivo "povero" drogato, ma stupido credo faccia capire che è proprio una stipidaggine usare la droga.
  • Fabio Mancini il 04/09/2008 19:31
    Non condivido l'aggettivo "stupido" affibbiato ad una persona che ha fatto delle scelte sbagliate. Perchè se questo è il principio, allora chi è che non è stupido?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0