accedi   |   crea nuovo account

io nun so parla' d'amore...

Ve devo confessa’ cari colleghi
che ‘n bravo poeta deve sape’ spazia’…
si nun se guardamo ‘ntorno semo cechi
so’ tanti l’argomenti da tratta’!

Nun potemo guarda’solo l’orticello
.”. te amo”…”me ami”…”se vedemo a cena”…
..”lei è scappata co quell’attore bello”….
..”drento ‘sto petto provo ‘na gran pena”…

Abbasta co’ ‘sto zucchero filato!
levateve er miele da sopra le gingive
se t’aritrovi er core ciancicato…
questo è ‘r momento de torna’ a rivive!

Mettemo da parte pe’ ‘n po’ li fidanzati
li baci dati ar chiaro della luna…
de quanno ar mare s’eramio lassati..
e te n’annasti pe’ cerca’ fortuna!

Guardamese ‘ntorno…er cane…la formica…
cianno bbisogno de fa senti’ la voce
pure la scarpa de ‘na vecchia amica
o er legno tarlato de ‘na vecchia croce!

Aprimo li pori come dall’estetista
cercamo li stimoli ner vive quotidiano
famo ‘n elenco co’ ‘na bella lista…
‘na maratona corza co la mano!

Ce vole poco pe’ scrive ‘na poesia
pure ‘n oggetto inanimato e muto
pò da’ lo sfogo alla fantasia…
propongo ‘n poema co’ l’inno pe’ l’imbuto!!!

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Pablo X il 08/09/2008 16:28
    Su radio2 Max Pajella cantava "oggetti di tristezza", hai ragione non se ne può più di cuori infranti, grandi amori e contemplazioni dell'ombelico. Ma non tutti riescono a scrivere un inno all'imbuto, almeno come lo faresti tu.
  • Giovanni Cuppari il 06/09/2008 23:56
    Sei forte Sabrina e devi essere molto simpatica e alla mano. Neruda l'ha fatto al carciofo la sua poesia, perchè non si potrebbe fare all'imbuto? Bacioni carissimi e un forte abbraccio da Gio'. Comunque bella la tua poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0