PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Caduta in infiniti cerchi concentrici a Massimo Vaj

Pluff Om

Una piccola cara
Goccia
cade in me

Creando echi
di cerchi
vertiginosamente
concentrici

Pluff Om

é una delle più vere poesie
scritte al mondo

Una fra le tante
Sacre
Scritture

Ogni parola detta
in più
è un inutile in più

ci allontana sempre più
dalla Verità

ci avvicina sempre
di meno

al nostro essere

Pluff O
Sarebbe ancora meglio

Non parliamo poi
di

Pluff

Pluf

plu

Pl

P


Capo lav oro

12

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Anonimo il 07/09/2008 15:11
    L'ho copiata Massimo. Ti dirò in privato dove la pubblicherò. Vince già lo sa o lo immagina. Ciao
    Vince, scusa l'invasione del tuo spazio, ma tu sei abituato a ben peggio.
  • Vincenzo Capitanucci il 07/09/2008 12:45
    Oroboros.. l'intelligenza è la vergogna dell'intuito...

    Uroboro...è il simbolo dell'eterno ritorno... a subito Massimo...
  • Vincenzo Capitanucci il 07/09/2008 12:26
    Stavo per pubblicare altre poesie... ma per oggi... ed avendo letto il testo di Maj... ottimo... non pubblico più...
    è una mia piccola inutile bambinesca protesta... ma decisa...
    rimando anche io.. con Fulvio... per darti i miei saluti...
  • Anonimo il 07/09/2008 11:04
    Davvero incredibile il fatto di rifiutare un'opera senza darne giustificazione.
    In passato, un rifiuto era capitato anche a me, ma due parole di giustificazione quanto meno c'erano.
    A Vaj voglio solo dire che molti di quanti hanno lasciato il sito si sono poi pentiti anche se riconosco buone le ragioni se tali.
    Quanto meno lascia adeguato tempo prima di cancellare i tuoi dati affinchè possiamo fare le copie dei tuoi brani migliori e altri possano leggere questo tuo messaggio. E lascia anche un po' di spazio al ripensamento. Per questa ragione rimando i miei saluti.
  • Vincenzo Capitanucci il 07/09/2008 10:25
    Oblianza.. danza... del ventre... situato in C'entro Città... si paga in con tanti... sacri ficini di Altri...
  • Vincenzo Capitanucci il 07/09/2008 10:15
    Affittasi lussuoso Attico... in stile greco... al decimo piano di palazzina storica... con balconi pensili babilonici separati su quattro diversi livelli... non sono ammesse le mogli se non fan parte dell'harem... ideale per un cattivo emiro.. che ha perso il conto in Svizzera... delle possibilità Coraniche...

    Annuncio apparso su Poesieracconti... per sbaglio..
  • Riccardo Brumana il 07/09/2008 01:35
    interessante come spezzando le parole sei riuscito a dare due chiavi di lettura, come una musica a due melodie nella stessa battitura.
    geniale, complimenti!
  • Anonimo il 06/09/2008 17:49
    Vaj-Vince (non lo scrivo al contrario sennò sembra un pronostico)
    Intravedo l'inizio d'una relazione piuttosto burrascosa come lo sono tutte le relazioni di contenuto. Mi auguro che abbiate solo servizi di piatti e bicchieri da sei e non da dodici. Pluf plu pl p. .
  • Fabio Mancini il 06/09/2008 13:05
    Ho letto con attenzione la tua composizione, ma l'ho trovata di un ermetismo... Potresti darmene una spiegazione? Forse chiedo troppo?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0