accedi   |   crea nuovo account

Ambrosia e merda

Provo rabbia e pietà,
quanto mi stanno sul cazzo i filosofi,
ed ogni verità
lontana dagli approdi dei politrofi.

Questa è la via, questi il bene e il male,
indica il dito, svelto;
questo è il principio per cui tutto vale,
questo è il verbo che ho scelto.

Robusto come il marmo, certo come
un pirito nel vento
oh, che tormento, questa presunzione:
tutta pietra e cemento.

Io sono per l’incerto.
Chiamalo “flash” od illuminazione;
così io mi diverto
senza per forza far speculazione.

Gioco coi suoni ed acciuffo emozioni;
e sento, sento, sento.
Tocco oro, ambrosia, muco e mozziconi:
sballottati dal vento.

Con la tua corta vista
che non di molto supera il tuo naso
mi dirai: qualunquista!
Ed io risponderò: parole a caso.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 07/09/2008 13:01
    Hai ragione Aldo.. era un commento a un tuo commento... la depressione..è un manto molto difficile da togliere...è un grande male moderno... toglie la capacità di donarci totalmente... precipitandoci in una inerzia devastante.. chiusa...
    Ci vorrebbe quel Flash... ma anche questo è forse un frutto del donarci... anche se non meritiamo niente.. e tutto ci viene dato gratuitamente...
    però mi rimane un retrogusto... di rabbia e pietà...
    forse mi sto arrampiccando sugli specchi... in sinceramente...
  • Aldo Occhipinti il 07/09/2008 12:41
    ma spiegami, che c'entra con il mio testo?
  • Aldo Occhipinti il 07/09/2008 12:40
    Sembra così facile a parole Vincenzo. Eppure è un manto grave molto difficile da togliere di dosso quando si abbatte su di te, la depressione. È uno dei grandi mali moderni. Ti toglie qualsiasi volontà e ti lascia alla deriva, senza timone...
  • Vincenzo Capitanucci il 07/09/2008 12:35
    Hai usato la parola giusta Aldo... spiazzante... la depressione va spiazzata... messa fuori piazza... con gesti umili.. semplici.. veri... e Madre Teresa o Ghandi... e tanti Altri... ci hanno dato questi bellissimi esempi...

    Questo rifiuto... mi sembra assurdo... di quale sensibilità parliamo...
  • Aldo Occhipinti il 07/09/2008 12:21
    Un saluto a Massimo Vaj cje ci ha lasciati... Nonostante certe polemiche e posizioni opinabili era comunque un lettore e commentatore attento. La questione del testo di Teresa di Calcutta è strana... anche se vede la depressione con una superficialità spiazzante non vedo motivi per rifiutarlo. Comunque... Gente, continuate a commentare questa mia sprezzante poesia! grazie a tutti
  • Anonimo il 07/09/2008 10:53
    Saggio Paolini
  • giuliano paolini il 07/09/2008 10:05
    chi fornisce istruzioni spesso suscita disprezzo o per la lontananza dal sentire dei più o peggio perche' lui stesso alla prova dei fatti si dimostra incapace di rispettare quello che insegna, pero' trovo che le istruzioni non sono mai dannose e' sufficente volgere altrove lo sguardo se il loro sapore non ci soddisfa o e' troppo lontano al momento dal nostro sentire salvo poi ritornarci se o qualora la vita ci portasse a calpestare sentieri nuovi
    dove il senso di smarrimento ci avvolge
  • Anonimo il 06/09/2008 17:30
    Bravi ragazzi, autore compreso. Dopo il letame vero respirato nei giorni scorsi in altri spazi, un po' di merda come metafora, è profumo.
    Pur su rive apparentemente opposte (ma non è detto che sia così Occhipinti, Vaj, Capitanucci, ascoltarvi è musica.
    Grazie e... restiamoci sempre sui temi. Ful
  • Vincenzo Capitanucci il 06/09/2008 16:51
    Concordo perfettamente con Massimo... Sat.. ori..
    Il Sat Chit Ananda... essere... coscienza... beatitudine...
    è quel toccare oro... della tua poesia Aldo... emozioni acciuffate... in ambrosia muco... e mozziconi... che ci porta e ci da il Vento...
  • Vincenzo Capitanucci il 06/09/2008 16:24
    Molte volte la filosofia è un cane che si morde la coda... ma per certo dalla sua definizione è un amicizia del sapere... a Platone.. Plotino.. e quanti altri che tesori ci hanno dato...
    anche io sono per l'incerto Flash... illuminante... con i suoi fulmini intuitivi...è il pane divino dei poeti... e la loro Musa... ed andremo nella vecchia concezione del Caos... una fessura... da dove nasce la luce in Amore...
    Ambrosia... piaciuta... poeticamente... come filosofo che non sono... anche la merda...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0