accedi   |   crea nuovo account

settembre

Il tremolio di calura
cede il posto
all'aria tersa e vitrea
e sui volti si materializza
il destino da leggere
in un tempo di zona franca
ove sosta la morte emigrante
-In fila gli alberi
per il pegno dei frutti
e l'addio senza saluto delle foglie
-Comatosi torrenti
ricominciano a tossire
richiamano al capezzale dei risorti
gli uccelli a bere ultima acquasanta
per partire o restare
-S'appresta a rinverdire
l'erba ingiallita per donarsi
con decoro alla seconda morte, d'inverno
-Riso amaro di bimbi
tirati dal rigore di scuola
e ricordi d'aquiloni stracarichi di sogni
caduti in mare ma superstite qualcuno
gioca ancora a nascondino
tra i dentini mentre grosse nuvole
sembrano vortice di fumo
uscite dalla pipa di Dio
-Saluta l'ultima rondine testarda
innamorata e rifiutata da una capinera
------------------------------------------

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • laura cuppone il 05/10/2013 10:50
    Sei davvero bravo...
    Laura
  • Fiscanto. il 25/10/2009 21:32
    bella
  • Anna Cervone il 11/09/2008 09:18
    Scritta bene, come un dipinto ben riuscito dal quale ben trapelano sentimenti e stati d' animo. La inserisco tra i preferiti.
  • Anonimo il 09/09/2008 11:40
    Mi è piaciuta tanto, questa tua dedica, per uno dei mesi più belli dell'anno...
    anche se qui da me, ancora tutto questo non si sente, perchè è ancora il caldo ad incorniciarlo..
    complimenti
    ciao
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0