PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Palindroma assonnata in ritorno a casa Amore a Nicola S.

Il mio organo
cerebrale
è
un onagro
celere

celeste

testardo

duro

un vero
verro

Verrò

Lanciando
dolcissimi
baci
in manghi

A grandi esperti
Maghi
di Cuore

in Massi

Ma si
Diciamolo

pure

Sono
in una nebbia
di Purè
tagliata a fette

in purezza
di Fate
da Eolo
A Eros

Per espugnare
il tuo castello

cesello
un cestello
volante

Di valente
Amore

Mi manchi
Magica
Mamma
Manna

Mannaggia
In pane
e fame

Mang(h)i manghi?!?!

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Nicola Saracino il 10/09/2008 14:20
    O comico satiro, tutti noi dovremmo manghiare i manghi, vero toccasana per le funzioni cerebrali e per quelle sessuali, secondo alcuni studiosi dell'Università di Napoli. Leggi in proposito l'articolo "Mang p'a cap' e mang p'u c..."
    P. S. Grazie per la dedica, e che ti sia lunga la ricerca del ver(r)o!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0