username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Oasi di Pace a Nelida detta dattero matto del deserto Carsico

Quando
l’Amore
è
Spirituale

brillano
negli Occhi

deserti
in pace

Lacrime
di profonde oasi

brillano
splendono
inebriano

vendemmiando
grappoli maturi

di dolcissimi
infanti

deliziosa
magia

magico
Vin Santo

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Luca Lulleri il 04/01/2009 17:26
    Trovo la tua una poesia, graziosa e per quanto piccola gigante! per il semplice fatto che tu sei riuscito a condensare e a descrivere qualcosa come l'amore astratto, quello senza materia, il più puro in poche e semplici parole! complimenti! un saluto, Luca
  • Anonimo il 15/09/2008 15:47
    DATTERO MATTO

    Dopo una lunga estenuante attesa
    Arrivo sudata in sesto piano solare
    Trattenuta da madre Teresa tesa
    Tengo in mano il miele trasparente
    Essenza vitale per l'uomo mentale
    Rigurgito pensieri passati pressati
    Oltre il tuo possibile passo poroso

    Mio divino vincgitano strano pagano
    Abbracciarti e' impresa indifesa
    Toccandoti cerco dito dopo dito
    Tradito dal tuo sguardo infinito
    O ti dai una mossa o ti brucio scossa

    (mi sono permessa di scherzare per rivivere la gioia di un'esperienza speciale)

    grazie per l'ospitalita'

    ti voglio bene vincenzaz.
    nel
  • Annamaria Ribuk il 14/09/2008 17:10
    ... che bella emozione... e quante vibrazioni... nel leggerti...
  • Vincenzo Capitanucci il 10/09/2008 14:07
    Senza para cadute Nel... con la testa che mi ritrovo... perforerei le Terra... per ritrovarmi nel nuovo cielo... fra la silenziosa gioia delle Stelle... MA ATTENTA.. potrei trascinare tutti quelli che mi sono vicino...

    Affari Altrui... Fulvio... sei sempre stato con noi... Invisibile... ma sempre presente... ad un certo punto la mia amica Laura... si era seduta inavertita mente sulle Tue ginocchia... e ha detto... che bello...
  • Anonimo il 10/09/2008 13:53
    Splendide parole dedicate a chi, evidentemente, dolce e profondo ha lasciato il segno. Dalla reazione qui sotto opterei per una reciprocità. Mi sto facendo gli affari altrui, che piacevole cosa.
  • Anonimo il 10/09/2008 13:34
    la tua poesia mi ha emozionato e ti ho rifilato alcune cacatine delle papere del Parco Perco che si estende davanti a casa mia
    (chiedo venia)
    n
  • Anonimo il 10/09/2008 13:29
    "dattero matto del deserto Carsico"
    questa visione di me stessa mi è nuova... ne avrei fatto volentieri a meno...
    per il resto sei così universale che mi inchino alla tua genialità
    ma al prossimo incontro svoli dal sesto per direttissima, anzi, comincia a spostare l'ibiscus che ne potrebbe risentire (del calcio in culo che ti rifilo) e chiedi a Terry il paracadute di Marco, lei ha già sperimentato e funziona
    dopo queste stupidate, grazie Cap, incontrarti è sta una magia rara che ho vissuto più intensamente che potevo
    un abbraccio e un bacio ubriaca di questi e dn infiniti tuoi metavigliosi versi
    nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0