username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Qui

Sto bene.
Ricordo le strade per arrivare,
Qui e so tornare.
Sapevo di questo castello.
Migliaia di stanze,
con loro storie d’amore.
Numeri crescenti,
sulle porte senza destino.
Dolcissimi i passi per entrare
Timido l’amore a scegliere
D’obbligo certe porte vuote.
Alla fine o inizio,
in ogni stanza,
rimane il profumo,
giusto o troppo.

Sto bene.
Ho il mio cuore a pezzi,
Si usa cosi dall’inizio.
Ma bevi il vino e sorridi.
Qui sono letti e scale,
fuori il giardino bianco.
Il paradiso mancato.
Indirizzo sbagliato.
Sto bene,
Ricordo le strade.
Da qui so andare via.
Prometto, rimango il giusto,
tolgo il cappotto,
Sto bene.
Qui.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Salvatore Ferranti il 27/10/2009 12:00
    bellissima e toccante
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 24/09/2008 16:59
    Stiamo bene con te... e la tua poesia ci avvicina
  • laura cuppone il 13/09/2008 00:56
    Meravigliosa...
    a dir poco...
    l'anima e
    il corpo
    si sfiorano sempre
    nei significati
    profondi delle tue
    poesie..
    ciao raju
    Laura
  • Riccardo Brumana il 11/09/2008 21:57
    mi piace leggerla come una tua introspezione in cui chiedi a te stessa di accoglierti per riposare un po' dalla vita che ti circonda.
    non so se è la giusta interpretazione, ma in fondo la poesia è un po' anche del lettore mentre la leggi non credi? ciao Raju, i miei complimenti.
  • Ugo Mastrogiovanni il 11/09/2008 17:58
    Un immaginario molto affascinante e bene architettato. Il verso pervaso di sicurezza e velata paura, esaltano un nascosto e dignitoso pudore che lo fa risultare molto significativi.
  • Vincenzo Capitanucci il 11/09/2008 09:57
    Ogni stanza... ha ed è... il suo profumo... e Qui sto bene...

    Luminoso nudo.. di anima...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0