PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Riscatto

Guardo il cielo e provo freddo
vedo il sole, mi condanna.

La strada troppo corta e troppo aspra
che porta verso il truce e inconcludente
rimorso d'un riscatto immeritato
rimane come impressa dentro il sangue,
che sgocciola stridendo sul selciato
di pietra, troppo ruvido e bollente,
col morso dell'angoscia che si langue
nell'orbita di un occhio sgretolato.

Dalla terra sgorga morte,
dalla morte solo il nulla.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 29/04/2013 18:55
    ... scritta con mano sicura,
    ottime immagini,
    complimenti...

4 commenti:

  • Kiara Luna il 11/10/2008 17:01
    Nel rimorso e nel rimpianto fa sempre freddo... qualcuno ne è esente?
  • Riccardo Brumana il 12/09/2008 00:08
    e basta!!!!
  • Flavio Burni il 11/09/2008 13:37
    Ma c'è anche il bollore. C'è contrasto che pretende di essere equilibrio. Ma non lo è...
  • Alessandro Fontana il 11/09/2008 13:33
    Nelle tue poesie v'è sempre il freddo. Ciò preoccupa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0