PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pezzi di noi

Pezzi di noi accantonati nel buio,
intralciano i modi e l’essere
di chi non vorrei.
Membra stanche di appetiti e silenzi,
gli inganni si ingigantiscono
e gonfiano gli occhi, rei confessi per natura.
La leggerezza, prima vera colpa;
la natura umana, unica grande beffa.
Crudele, divori gli ultimi brandelli di
equilibrio, proprio quando ne ho più
bisogno... Le ali stropicciate si piegano
a fatica, nere di peccato, non sanno
nascondersi...
‘Sei tu che vuoi tradirmi?’
Parole urlate al vento, criniera
d’un bulbo ostile...
‘Sei tu che vuoi tradirmi?’
Rieccheggiano nella notte parole,
lame assetate di cuori affranti,
distrutti dall’amore, orfani, naufraghi,
eremiti derisi...
‘Sei TU che vuoi tradirmi?’
Ho già tradito col pensiero una fiducia
immeritata. Ho già perso, per mia
colpa...
‘Sono io che voglio tradirti?’

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Adamo Musella il 12/09/2008 22:50
    Quel rincorrere la propria coscienza, quel rendere trasparente la nostra anima è terreno e rende un quadro reale di quello che siamo... essere fatti di carne. Molto acuta la tua poesia Martina baci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0