PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il barbone

Per scelta o per avversità di vita
sei diventato un povero barbone
non hai una casa, dormi dove capita
nei porticati, sotto i ponti o le stazioni
il tuo giaciglio è fatto di cartone
e come tetto, le stelle con la luna
anche se sembra strano, sei contento
e non t'importa
la vita in qualche modo va vissuta.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • sabrina balbinetti il 13/09/2008 02:13
    un argomento che mi sta particolarmente a cuore... anche io ho scritto di loro e del loro spirito libero... che predomina su tutto.
    grazie per questa tua poesia
    ciao sabry

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0