PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il rubacuori

Incompreso ogni segnale che ti mando
Non capito dai tuoi occhi, non inteso dalla tua testa

Una volta qualcuno mi ha chiamato Rubacuori
Ma non so realmente a chi si riferiva

Perché se quel nomignolo serviva per chiamarmi
Allora di certo era fuori strada ed a me non chiamò

Perché purtroppo solo un cuore volevo rubare
Ed era quello tuo, ma in questo intento mi sa
Che mai riuscirò e soltanto del male continuerò a farmi

Perciò son certo che come soprannome Rubacuori è sbagliato
Meglio se lo affibbiavano a te che la reale ladra sei
Del mio cuore, del mio amore, dei miei pensieri e dei miei sogni
E del mio pianto…del mio pianto …. del mio pianto.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Gabriele Sancarlo il 15/09/2008 12:16
    o = ho
  • Gabriele Sancarlo il 15/09/2008 12:14
    Hai ragione sul sesto verso ...
    diciamo che o "sicilianizzato" la grammatica italiana...
    cmq volontariamente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0