username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Autunno del cuore

Coriandoli di luce il vento scompiglia,
aquiloni i miei pensieri corrono da te,
terra sconosciuta ai miei occhi.

Come foglie ormai morte,
parole vane cullate da un soffio s'adagiano,
tornano da dove furono generate.

Col cuore in mano,
gonfio d'amore per te,
solo accenti sinceri,

mi chiedi un gesto d'amore,
son pronto a donarti ogni spicciolo di me,
sprofonderò nell'oblio più intenso.

Una sola anima,
un solo corpo,
come l'ederà ti stringerò a me, mio... per la vita.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Dolce Sorriso il 26/09/2008 22:35
    bella,
    piaciuta
  • Maurizio Patrocinio il 23/09/2008 13:59
    Grazie Nel, è un "mio" metaforico, non c'è nulla di completamente mio nel mondo (purtroppo). Un abbraccio: Maurizio.
  • Anonimo il 23/09/2008 13:51
    intensa, ma quando scriviamo "mio" è possesso e il possesso uccide nel momento stesso in cui nasce
    un abbraccio d'autunno arcobaleno nel profumo del sommaco, libera tra i boschi ti saluto con affetto
    a presto Mau
    nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0