username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Anduane (poesia)

Tenue fiammella!

Appari all'improvviso,
nell'angosciosa attesa di una notte d'agosto,
che si fa improvvisamente muta,

Anche il vento trattiene il respiro,
nella magia del silenzio assoluto.

Anche la vita si ferma in ossequiosa staticità,
ad onorare la venuta della Grande Madre Terra,
e delle sue misteriose "Anduane".

È un'energia latente,
un fluido di inaudita potenza,
un centro di magiche emozioni.

Vorrei rispondere con la vita al tuo incessante richiamo d'amore,
vorrei immolare la mia inutile esistenza terrena,
ed entrare finalmente,
in una nuova dimensione di pace e serenità.

Basterebbe così poco!

Un ultimo passo finale,
e la mia vita sparirebbe per sempre,
inghiottita nell'intimità del tuo corpo,
e non sarebbe un prematuro dipartire,
ma un sublime rinascere come mera energia vitale,
una comunione da sempre annunciata evocata.. attesa.

Magiche signore!

Pena e terrore di uomini rozzi ed ignoranti,
gelose custodi di antichi riti pagani,
a voi affido questa mia ultima lacrima di disperazione,
questo mio errare sofferto e senza scopo.

Madre terra!

A Te affido un ultimo pensiero d'amore,
che lentamente evapora nel muto brusio di una notte che si fa alba,
mentre tra lo stupore di mille silenzi,
si spegne l'ultima fiammella.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0