PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La violenza di mangiar carne

Compra
Un cardellino
Una quaglia

Un pollo
con patatine fritte

Una faraonica
fagiana

Un tacchino
da festa internazionale

Uno struzzo
impagliato
impaginato

La mia imbecillità
in frittura di cervello
alata

Oggi ho un appetito
atroce
divorante

Attore di un famelico
Auto-cannibalismo

“Incubatrice di lacrime spezzate”

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • giuliano paolini il 24/09/2008 16:35
    chi ha ragione? lo devi scoprire da solo perche' e' la cosa più fantastica che la vita ci consente di fare e il piacere e' tutto di ciascuno, buona ricerca caro giovanni
  • sara rota il 22/09/2008 07:36
    Che dire... buon appetito!!!!
  • Vincenzo Capitanucci il 22/09/2008 06:19
    Caro Giovanni... paisà in Ucci Ucci... le tue sacre vacche... amo l'India.. dopo aver mangiato il baccalà... saranno sicuramente impazzite... di gioia e sapranno la risposta meglio di me...

    Ti darò la mia
    in cui ognuno può trovare la sua ragion d'essere

    Sono identiche Verità nel Fulmine
    sono differenti nel Tuono

    Una buona settimana a Tutti... da mago Merli no... penso che quegli uccellacci neri.. non si mangiano...
  • Vincenzo Capitanucci il 20/09/2008 22:35
    Se m'inviti a casa tua Giovanni... ed hai preparato un buon coniglio lo mangio senza problemi... rendendo onore a Te... ed al coniglio... condivido completamente il commento di Laura C... Non vedo i più commenti di Massimo Giardina... e questo mi addolora tantissimo... con lui abbiamo spezzo parlato dei Lagher zootecnici... il lato industriale della produzione della carne.. che è veramente un abominio... specialmente per i vitelli.. e le galline... dove non c'è più rispetto.. per la dignità animale... o per le oche... nutrite con l'imbuto a forza per sviluppare fegati enormi... lì è il mio rifiuto totale...
    Son stato per periodi vegetariano... per periodi no.. mangiavo carne... adesso lo sono tendenzialmente... qualche volto compriamo un pollo arrosto.. e sorridendo diciamo che lo facciamo per il gatto... che ne va matto... stufo di mangiare scatolette per gatti...

    Ramakrisna.. diceva... Un vegetariano non ha bisogno di andare al Tempio... perchè chi non fa male agli animali... ha una vasta coscienza.. e non dovrebbe fare del male a nessuno...

    Gesù diceva... non vi preoccupate di quello che entra dalla vostra bocca.. ma preoccupatevi piuttosto di quello che ne esce...

    Poi a ognuno di seguire la propria coscienza... sapendo anche che nessuno è perfetto...

    Grazie... a Tutti...

    Se qualcuno sa qualcosa di Massimo.. fatemelo sapere...
  • giuliano paolini il 20/09/2008 22:33
    il commento di carlucci e' davvero fantastico, non come poeta ma come proprietario di agriturismo mi son fatto una ghignata pazzesca ma perche' continuiamo a schierarci o di qua o di la non si puo' semplicemente dire a me mi piace il baccala' e a me non piace la fiorentina e allora abbonati alla juve no!
  • Riccardo Brumana il 20/09/2008 16:27
    che dire... buon appetito!!!
    bella e originale.
  • Anna G. Mormina il 20/09/2008 13:41
    ... quanto mi fai pensare... e tu sai bene il perchè...
    ... grande abbraccio!
  • Sonia Di Mattei il 20/09/2008 12:29
    ok Massimo, sono io che ho frainteso evidentemente, anch'io esprimo con veemenza le mie opinioni a volte, tutto qua.
    Auguri per il tuo lavoro, saper cucinare è un'arte, un'altra forma di poesia.
    Un saluto
  • laura cuppone il 20/09/2008 12:02
    un punto di vista...
    nessun pentimento
    o colpa
    ...
    potrei condividere
    ma non condannare... colpevolizzare...
    certo..
    se dovessi ammazzare per mangiare
    sarebbe diverso...
    altro che vegetariana...
    sarei capace di procurare il cibo alternativo anche per gli animali...
    non riuscirei mai ad uccidere...

    poesia.. riflessiva...

    Laura
  • Sonia Di Mattei il 20/09/2008 11:44
    l'uomo fin dalla sua origine si è sempre cibato di carne e per alcuni aspetti essa rappresenta un alimento completo e insostituibile dal punto di vista proteico, diffido dai prodotti che ci sono in commercio sostitutivi della carne: Costano l'iradiddio! Se non è subdolo questo mercato, è come portare il latte in polvere ai paesi poveri. Sono contraria allo spreco e all'abuso, all'ingozzamento, sappiamo benissimo che il nostro è un paese presenta problemi di obesità , ma non certo per colpa della carne, ma della sedentarietà e dell'uso improprio di cibi confezionati. Tutti parlano di ingiustizie, concordo con te, ma se si toccano alcuni punti (e non solo lo stomaco), si fa marcia indietro. Tutti parlano dell'inquinamento, ma nessuno rinuncia all'automobile e si ppotrebbe discutere a oltranza. Non ho niente contro la poesia del signor Capitanucci, la mia non era polemica. Basta poco per le crociate a quanto pare
  • Sonia Di Mattei il 20/09/2008 10:45
    oggi preparo per pranzo pollo e patatine fritte, ma non mi sento in colpa per questo, Dovrei?
    Non sono una divoratrice di carne, ma essendo onnivara, anche quella fa parte della mia alimentazione, naturalmente ho il massimo rispetto per i vegetariani, ognuno sceglie ciò che più gli aggrada.
    Non me ne voglia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0