accedi   |   crea nuovo account

Amandoti non posseggo Te

Amore
non ti legherò
per la tua funzione

ne
per mia possessiva
dilettevole fruizione

il coesistere
nella nostra comunione
frusciante

imiterà la sonorità della pioggia

nella leggerezza vibrante
di una foglia di palma
accarezzata dal Vento

non avrà
nessun legame imprigionante

nessuna casa
ha un solido cuore di capanna

Sarà sempre una pura libera scelta
fatta con coscienza rispettosa

eleatica
in un profumo
d’Aliseo

in ogni attimo dono
nella nostra sacralità
della vita

con tutto il Creato
per l’Increato

Il nostro unico
modo di essere

irrepetibilmente
Uno

nel nostro infinito
prostrarsi

con devozione

davanti
a cosi tanta
grandiosa

immanente
bellezza Spirituale

vivente

splendente in Noi

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Riccardo Brumana il 21/09/2008 22:11
    soave! una conferma, bravo.
  • Anonimo il 21/09/2008 17:20
    Vincenzo!!! che meravigliosa esposizione della tua teoria sull'amore!!!
    questo è amore!
    bravissimo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0