accedi   |   crea nuovo account

Contrasti

Non c’è cosa più dolorosa del pianto di una madre che perde un figlio.
Si è soli come una scodella, ormai vuota, abbandonata ai piedi di un portone!
Un tempo dissetava cani randagi.
Fai luce come l’insegna di una pompa di benzina abbandonata!
Nasconde comunque le cosce di una prostituta!
Per natura, stupida dell’uomo, amiamo amplificare la nostra compassione verso i dolori altrui.
C’è noia come quella che si prova nel riallacciarsi ripetutamente le scarpe.
Veloce ed inaspettato è un lutto che può lacerare il cuore di un padre, che ormai, era morto da sempre.
Lo sdegno che si prova lì, al bar, quando si parla di amore eterno.
Ho delle amiche adultere che professano la maternità.
È stata adultera proprio ieri sullo stesso letto e con me!
Quel letto non crederà mai più alla maternità come dono.
Due mani si stringono nel ringraziarsi, ma subito dopo si sparlano e si dimenticano.
L’ennesima sigaretta fumata e buttata via, ma soltanto dopo aver ringraziato una prostituta e poi nel riaccenderne un’altra bestemmio alla vita, che  per mia volontà, non avrei mai cercato!
Ed in fine la seconda scrivania è bella come quando nelle vene scorre tutto, ma tranne il sangue.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Riccardo Brumana il 21/09/2008 22:21
    non è che si capisca molto, o forse è che usiamo due linguaggi diversi, quello che mi sembra chiaro è che quelle "puttane" sono una metafora.
    stilisticamente è troppo "quadrata" più racconto che poesia.
  • Vincenzo Capitanucci il 21/09/2008 09:27
    Chiari scuri della vita... con tutte le sue contraddizioni... in gioie e dolori... in lacci di noia...
  • cinzia bucolo il 21/09/2008 08:35
    è strana questa composizione.. a tratti capibile.. a volte poco scorrevole.. ma sono stati d'animo come può l'ignorante lettore capire l'emozione di un momento?
    non posso giudicare posso solo apprezzare lo slancio di un attimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0