accedi   |   crea nuovo account

Maestra cara

Ti ricordo
cara maestra mia
così ricurva per la stanchezza
della tarda età tua...
Le spalle un po ricurve,
il tuo cammino che se pur frettoloso
era sempre accompagnato
da un lieve ritardar...
Le piantine affacciata
al davanzal
di una allegra aula di periferia;
dissetarle
e alla mattina pregar
eran qeste le tue regole
cara maestra mia.
I muri della tua lasse
incorniciati da infiniti disegni,
canti nell'aria,
e recitar per noi era importante
così come studiar!
Ti ricordo
cara maestra mia
così avvolta da un cappotto scuro
e la bianca sciarpa
a riparar il tuo rspiro...
Quanti ricordi, che nostalgia
maestra mia;
quanto tempo
e quante lunghe pioggie
sono passati sui miei ricordi
e oggi che tu non ci sei più
ti tengo viva
in quel presepe che come mia arteùmi hai lasciato tu.
Ciao maestra cara,
oggi dormi su questa terra nella quiete
mentre in cielo agli Angeli nel blu
porti il tuo dolce insegnar le preghiere liete.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 03/10/2008 23:39
    ritengo che questa poesia sia molto bella!!! leggendola mi sono catapultata in un'aula soleggiata e piena d'amore, con la tua maestra che mi rivolge un dolce sorriso. BELLISSIMA!!! un bacio!!!
  • Sonia Di Mattei il 21/09/2008 22:39
    ho anch'io un tenero ricordo della mia maestra, anche se non sempre era di buon umore, ma si vorrebbe troppo in fondo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0