accedi   |   crea nuovo account

"A Francesco."

Occhi di artico,
eppure occhi
caldi,
come il sole
che brucia sulla pelle
d'estate.

Sereni,
come un tramonto
nel silenzio della
solitudine.

Dolci,
come una vecchia
musica di cui non
ricordo le parole.

Occhi di artico,
hai quella luce
nei tuoi occhi..
Ed io prima cieca,
ora Vedo.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 27/09/2008 20:14
    bellissima, ti capisco benissimo, solo che per me è ancora impossibile rendere il mio un'amore platonico; è ancora impensabile, per me, smettere di soffrire.
    Tu ci sei già riuscita e con ottimi risultati, complimenti
  • Riccardo Brumana il 21/09/2008 23:35
    meglio tardi che mai.
    bella poesia!!!
  • Sonia Di Mattei il 21/09/2008 22:44
    belli gli occhi del tuo Francesco
  • Martina Angelica Ardolino il 21/09/2008 21:13
    non ha rubato nulla. io ho smesso di amare tempo fa. questo è ... platonico diciamo. ma non posso permettere a nessuno di farmi tanto male. mai piu'.
  • Andrea Testa il 21/09/2008 20:56
    eh sì..
    l'amour..
    chissà chi ti ha rubato il cuore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0