username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Uomo

Ho sognato di me,
ero scuro,
ero fango,
non ero solo,
la compagnia buttata in un fosso,
armata e abbrutita dall’odio.

La missione, spegnere il sorriso,
inseguire senza sosta il fratello,
armati di punto contro il diverso,
dimenticando l’amico.

Siamo stati uomini,
ora siamo demoni,
naufraghi e soldati.

Abbiamo chiuso le ali,
abbiamo sfoderato gli artigli,
ora laceriamo i sogni,
morendo con i figli.

Siamo stanchi,
pensavamo agli eroi,
ormai siamo soli,
accompagnandoci ai morti.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

80 commenti:

  • Anonimo il 30/06/2010 11:04
    Una battaglia inutile e priva di senso, una guerra tra simili, una realtà incomprensibile difficile d'accettare. Ottima poesia, nobile contenuto.
  • Adamo Musella il 25/08/2009 21:41
    Tremo ancora al sogno, ma se guardo bene, scopro che sono sveglio... amara la considerazione, ma sempre più vera in questi giorni. Bellissime le tue osservazione Giuliana, un grazie molto sentito baci
  • giuliana marinetti il 07/08/2009 11:38
    caro poeta, poesia con parole veritiere, la solitudine del mondo, è triste dirlo, purtoppo è quasi una realtà,
    ma la sola causa è... l'indifferenza della nostra umanità.
    un saluto giuliana
  • Adamo Musella il 07/06/2009 09:40
    Grazie cara Valentina, baci
  • valentina carraro il 05/06/2009 23:15
    mi piace la schiettezza
  • Adamo Musella il 03/04/2009 23:06
    Grazie molte della lettura dna blu un bacio
  • dna blu il 03/04/2009 22:12
    bellisima
  • Adamo Musella il 24/02/2009 21:02
    La speranza deve sempre accompagnarci, farci da scudo alla sofferenza e al dolore che spesso nostro fratello ci fa provare... bellissimo pensiero alla mia cara Monica baci, baci
  • Anonimo il 24/02/2009 11:30
    In questo momento molti uomini si impegnano con tutte le loro forze per spegnere il sorriso, tarpare le ali ad altri uomini. Ma la tua poesia lascia aperto un barlume di speranza perchè non è altro che un SOGNO!!!! Complimenti
  • Adamo Musella il 22/02/2009 23:23
    Le parole solo traduzioni dei sentimenti dell'animo... e si la nutella dà il si suo contributo si amico ti ringrazio molte e non dimenticare che Roma ci aspetta ciao
  • Adamo Musella il 22/02/2009 23:21
    Vestiamo abiti nuovi, visti alla luce del neon e commentati con un sms... siamo forse più eruditi... ma spesso restiamo nel fango e pensiamo di essere in bellissimi salotti... davvero molto bello il tuo pensiero cara Angela grazie molte, baci
  • PANEPOROSSO GRANDI il 12/02/2009 23:16
    Il tuo linguaggio è semplice, è diretto e molto profondo ma nelle tue poesie c'è anche tanta dolcezza (forse perchè mangi troppa Nutella). Battuta a parte, sei veramente bravo.
  • Angela Marino il 07/02/2009 16:24
    Molto bella questa poesia. Purtroppo l'uomo è ormai diventato una maschera senza sentimenti... attacchiamo e combattiamo contro le persone che amiamo e quelle che non conosciamo e ci guardano con disprezzo, perchè non avevamo motivo di fare tutto ciò. Ci perdiamo nelle battaglie per la conquista di territori o per ricchezza, ma nessuno si è mai chiesto: "Potenza e denaro a cosa servono se i nostri fratelli, genitori, figli, non ci sono più?"Porsi questa semplice domanda basterebbe, forse, a frenare un'ingiustizia.
  • Adamo Musella il 11/01/2009 22:35
    La verità è una ricerca di cui non vorrei mai privarmi cara Claudia grazie della lettura, baci
  • claudia checchi il 11/01/2009 20:57
    Complmenti Adamo.. bella e forte nei contenuti... ma anche molta verità.. un bacio Claudia..
  • Adamo Musella il 30/12/2008 23:27
    Le tue parole riscaldano l'animo in questa sera fredda d'inverno... un bacione cara Veronica
  • Veronica Crispino il 24/12/2008 12:34
    Sempre bella questa poesia! Mi fa piacere rileggerla!
  • Adamo Musella il 19/12/2008 23:49
    La diversità non allontana... certamente avvicina e la mia anima vola su quello che mi circonda... riflettere la cosa che amo. La tua lettura sempre attentissima caro Michelangelo un abbraccio amico mio ciaoo
  • Michelangelo Cervellera il 19/12/2008 14:56
    Siamo tutti noi i diversi, tutta le persone oneste sono diverse, è vero vorremmo sfoderare gli artigli ed a volte lo facciamo. Una poesia nata in un momento quasi disperato dell'anima, quasi claustrofobica, ma piena di spunti per riflettere e cmq molto bella.
    Ciao Adamo amico mio,
    Michelangelo
  • Adamo Musella il 14/12/2008 20:56
    Ogni volta che scrivo la mia anima segna il passo e il momento... grazie molte della lettura Naida un bacio
  • naida santacruz il 14/12/2008 11:27
    poesia forte: dipesa dal momento e da ciò che hai nell'anima.
  • Adamo Musella il 13/12/2008 12:51
    Molte grazie Nemo ciao
  • nemo numan il 13/12/2008 12:41
    bellissima
  • Angela Pia Fuscaldi il 25/11/2008 23:58
    Esatto... un grido all'attenzione.
    Angela
  • Adamo Musella il 25/11/2008 23:41
    La mia un grido all'azione... grazie della lettura Angela, baci
  • Angela Pia Fuscaldi il 25/11/2008 23:34
    un imperativo che smuove le coscienze come la mia!
    complimenti
    http://pensoadarte. spaces. live. com
  • Adamo Musella il 18/11/2008 21:50
    Grazie molte Marcello ciao
  • Marcello De Tullio il 18/11/2008 10:14
    Tanti auguri, è molto bella. contina a scrivere.
  • Adamo Musella il 29/10/2008 20:07
    Mi trovo a lottare con uomini e donne, amici che credono ancora... la guerra la faremo con versi e canzoni. Bellissima e solare la tua lettura cara Ada tanti :bacio:
  • Adamo Musella il 29/10/2008 20:06
    Lotto per la luce, per la fratellanza... ma il mondo sembra andare altrove... nonostante tutto possiamo farcela Bello il tuo messaggio di ottimismo Claudio sei una nota colorata ciao amico
  • Ada FIRINO il 29/10/2008 13:29
    Bella poesia: forse hai ragione Adamo, descrivendo una realtà molto attuale, ma sta sempre a noi essere e restare UOMINI, non lasciadoci sfiorare dalle brutture e camminando a testa alta anche tra il fango che ci circonda e questo COSTI QUEL CHE COSTI!
  • Adamo Musella il 28/10/2008 23:04
    Grazie della lettura cara Mandy onesta nelle tue affermazioni brava, brava un :bacio:
  • Anonimo il 28/10/2008 22:30
    Bella! Complimenti...
    So scrivere dell'invidia perchè è un sentimento che fa parte dell'animo umano, perchè ho visto l'invidia deformare le facce delle persone e indurire il mio cuore!!!
    Perchè senza vergogna ammetto di aver provato invidia x qualcuno.
    Un Bacio
  • Adamo Musella il 25/10/2008 09:44
    Proviamo ad accedere nella notte una luce soffusa e la magia ritornerà tra noi. Maria hai visto bene un bel :bacio:
  • Maria Lupo il 25/10/2008 01:24
    Bella e disperata, in linea coi nostri tempi bui... dove ogni tanto una luce si accende per ridarci la speranza
  • Adamo Musella il 24/10/2008 23:53
    Un acuto, un pensiero su un foglio sui cui desideravo ragionare cara Simona, grazie molte, un bacio
  • Adamo Musella il 24/10/2008 23:52
    Solo una finestra, una diapositiva di me, di noi nel modo. Caro Matteo le tue letture sono sempre molto attente e gradite. Grazie tante ciao
  • simona mugnaini il 24/10/2008 13:48
    Bella riflessione. Hai un bello stile. Bravo. grazie anche per aver letto le mie. A risentirsi!!!!
  • Adamo Musella il 22/10/2008 20:45
    Penso che il sogno sia una manifestazione della Provvidenza... dove non arrivano i buoni propositi e le regole etiche ecco un segno... Bellissimo l'accostamento a queste due figure sublimi della scrittura... tanto bello da non meritarlo Comunque le tue non sono digressioni ma la voce sincera e raffinata di una commentatrice intelligente e attenta Luisa ti ringrazio tanto e ti mando un bacio
  • Adamo Musella il 08/10/2008 22:52
    Grazie molte Luisa ogni lettura mi emoziona un :bacio:
  • Adamo Musella il 08/10/2008 22:07
    Difficile chiudere gli occhi e non provar nulla... non sentire il vuoto avanzare e noi sparire nel fango... mi sogno e non mi piace. Tanto vorrei andar tutti assieme a guardar le stelle fare progetti per il futuro. Molto acuta la tua lettura Sonia grazie molte tanti :bacio:
  • luisa berardi il 08/10/2008 21:50
    grazie per il commmento alla mia poesia. bellissima la tua. davvero complimenti.
  • Sonia Di Mattei il 08/10/2008 21:34
    difficile rimanere impassibili di fronte a un mondo che diventa sempre più ostile giorno dopo giorno. È giusto indignarsi e farsi prendere in alcuni momenti dalla rabbia e dalla delusione, ma non dobbiamo farci piegare da questo, perchè ogni giorno che nasce è un giorno nuovo e alla fine possiamo ancora dire
    "E quindi uscimmo a rivedere le stelle"
    bellissima poesia
  • Adamo Musella il 04/10/2008 20:10
    MI piace la rinascita, non credo che tutto sia perso... dipende tutto da noi. Nicola sei stato un lettore molto acuto a vedere cose molto significative. Grazie molte ciao
  • Nicola Saracino il 04/10/2008 19:56
    "Laceriamo i sogni morendo con i nostri figli". Questo grido di disperazione estrema non lascia spazio al senso d'impotenza, ed anche la discesa agli inferi del verso finale sembra l'incitamento alla rinascita. Stanato il démone, comincia l'esorcismo.
    La poesia ha le ali: lasciamoci prendere dalla poesia...
    Molto bella
    Nicola
  • Adamo Musella il 04/10/2008 18:31
    Un visone di me demone mio malgrado in mezzo ad eroi senza una meta. Grazie ancora cara Veronica, le tue letture sono graditissime un :bacio:
  • Veronica Crispino il 04/10/2008 18:13
    stupenda, ho letto quasi tutte le tue poesie, ma questa è la mia preferita. Cosa siamo oggi noi uomini? Siamo demoni di noi stessi... e il tempo degli eroi è finito, non abbiamo più ali e passiamo la vita ad amoreggiare con la morte...
    Bella e ancora Bravo!
  • Adamo Musella il 29/09/2008 21:21
    Siamo uomini e tremendamente attratti da quelle cose che non ci daranno la felicità... la nostra natura è bianca e nera. Mi piace l'idea della ballata, della canzone non l'avevo vista sotto questa luce. Grazie 1000 Vincenzo della lettura così acuta ciao
  • Adamo Musella il 29/09/2008 20:50
    Quei versi mi ricordano la nostra umanità, siamo stupendi ma anche infelici. Siamo uomini semplicemente... cara Chiara grazie della lettura baci
  • VINCENZO ROCCIOLO il 29/09/2008 15:49
    Mi associo a tutti gli altri amici per i commenti molto positivi alla tua poesia, Adamo. C'è bisogno più che mai di queste testimonianze, oggi che la vita umana sembra non contare più niente, oggi che si ammazzano migliaia e migliaia di persone per accaparrarsi pozzi di petrolio, oggi che l'odio religioso spinge tanti a commettere efferate stragi.
    Leggendo la tua poesia mi è andato il pensiero a "La guerra di Piero" o a "La ballata dell'eroe" di De André, e credo che la tua poesia, con la ripetizione della strofa "siamo stati uomini, ora siamo demoni, naufraghi e soldati", che potrebbe fungere da ritornello, e quindi da ripetere almeno tre volte, potrebbe diventare una bellissima canzone antimilitarista.
    Un abbraccio a te per questa perla.
  • chiara rossi il 29/09/2008 14:15
    Molto bella, davvero... sono stupendi i versi "Siamo stati uomini,
    ora siamo demoni,
    naufraghi e soldati.

    belli davvero, complimenti...
  • Adamo Musella il 27/09/2008 00:39
    La vita è molteplice, non ci sono solo momenti belli e luminosi... dobbiamo accettarla nostro malgrado. Ovviamente lungi da me dall'arrendermi, sicuramente ci sono momenti in cui mi fermo a riflettere malinconicamente. Cara Marilena ti ringrazio per la lettura attenta della mia grazie molte. :bacio:
  • Adamo Musella il 25/09/2008 21:48
    Quando l'ho scritta il mio animo veleggiava in un fiume più tormentato... ora spero di far pace con me stesso Grazie cara Maria sei sempre attenta nelle tue letture cmq ben tornata e tanti :bacio:
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 25/09/2008 10:41
    sai questa e diversa dalle tue poesie ma e carica cmq di molta passione, non so come descrivere le immagini che mi passavano nella mente mentre ti leggevo
  • Adamo Musella il 24/09/2008 22:59
    Vorrei che ci prendessimo per mano e rincorressimo il vento per riscoprire la nostra vera natura... amare la vita La tua lettura cara Nicoletta un incoraggiamento a credere ancora tanti :bacio:
  • nicoletta spina il 24/09/2008 22:42
    Condivido pienamente il tuo sentire, la stanchezza, la delusione e il disappunto verso chi tende all'abbruttimento e a tarpare le ali di chi, invece, vorrebbe elevarsi in volo verso cieli più azzurri di speranza e di vita. La tua sensibilità resa in poesia è un dono per chi vuole riflettere. Grazie! Un abbraccio
  • Adamo Musella il 24/09/2008 22:14
    Penso che molte delle nostre disavventure nascano dalla perdita di identità... tradiamo le origini, non desideriamo più guardare in avanti con ottimismo ed accade l'inevitabile... a questo punto quello scontato, la dissoluzione nella zona scura. Le tue parole, assolutamente non di un vecchio, mi giungono come un premio a un mio pensiero che si gratifica di un commento analitico e sapiente di una persona, di un poeta che stimo tantissimo. Grazie molte Ugo ciao
  • Ugo Mastrogiovanni il 24/09/2008 10:00
    I sogni sono sempre diversi dalla realtà, purtroppo. Compagnia, sorriso, fratello, amico, diverso, sono parole dal significato dimenticato; oggi conta l’apparenza, il denaro, la carriera, la corsa frenetica verso qualcosa che l’uomo stesso non sa. Chi ha ancora una coscienza la sente negli ultimi due versi di Musella: “ormai siamo soli, accompagnandoci ai morti.” Non mi prolungo nel giudizio perché sono vecchio e le parole dei vecchi non servono, sono solo noiose. Mi conviene rileggere questi versi di Adamo Musella che, oltre a gratificare la poesia stessa, mi permeano di uno sconforto piacevole.
  • Adamo Musella il 23/09/2008 23:58
    La strada è lunga, in salita piena di insidie e soprattutto arriva il buio quando meno ce l'aspettiamo... ma nonostante tutto non siamo soli se alla singola voce si unisce un coro che rincuora la nostra notte Cara Elisa le tue parole sono una speranza, la consapevolezza che non siamo soli grazie tante e tantissimi :bacio:
  • Adamo Musella il 23/09/2008 22:03
    Il disagio in questo mondo è forte e inspiegabile, potremmo superarci in conquiste meravigliose, potremmo elevarci a figli di Dio... purtroppo ci perdiamo, affoghiamo nel nero fango delle nostre azioni assurde e sconsiderate... cara Angelica questo mondo mi sta stretto e a volte ho il rifiuto a vivere... l'unica speranza la mia voce unita a persone come te che avvertono lo stesso disappunto e allora mi faccio coraggio e comincio a credere che possiamo farcela. Le tue parole sono una luce e una conferma a che io continui su questa strada. Un mare di :bacio: grazie tante
  • Anonimo il 23/09/2008 21:46
    Adamo caro,
    come ormai avrai capito, mi sento un'estranea in questo mondo di uomini demoni...
    sto male, ogni volta che accadono fatti per me inspiegabili... e intanto con le nostre stesse mani, uccidiamo i sogni, i valori, il rispetto per il mondo che ci accoglie...
    mi unisco al tuo urlo, Adamo, consapevole che mai raggiungerà vette alte, ma continuerò a farlo, anche se non verrà ascoltato, finchè avrò respiro...
    La tua poesia è molto profonda e bella..
    Intanto, la vita scorre inesauribile... e si spreca la vita, per stare dalla parte dell'odio...
    La razza umana è proprio stolta, come si fa, a stare sommersi dal fango, quando si potrebbe vivere d'amore e pace...
    Continuo ad avere lo stesso pensiero di quand'ero piccola...
    non mi piace vivere qui... ma amo la vita più di qualsiasi altra cosa..
    Grazie Adamo per la profonda riflessione che hai aperto e complimenti per la tua poesia e la tua spiccata sensibilità
    un abbraccio affettuoso
    Angelica
  • Adamo Musella il 23/09/2008 21:07
    Quanto è triste sapere che la vita degli uomini viene consumata in un modo così deprecabile. Grazie 1000 Sara della lettura tanto attenta. :bacio:
  • sara testi il 23/09/2008 03:06
    Quanto è triste pensare alle innumerevoli vite buttate, sprecate nell'odio e nella distruzione invece di dedicarsi al prossimo e a se stessi con gioia e amore...
    Dolorosamente bella e toccante... complimenti. Ciao Sara
  • Adamo Musella il 23/09/2008 01:26
    La miseria umana ha un milioni di volti... ogni giorno ne scopriamo uno nuovo e ogni volta ne restiamo nauseati. Caro Augusto rigettiamo il tutto e decidiamo di vivere come uomini. Grazie molte della lettura e grazie di questo tua bellissima interpretazione ciao sommo.
  • augusto villa il 23/09/2008 01:16
    Anime di fango... intrise di falsi valori... e di retorica... A morire e seminar morte... Tutto meno che il bene... che disfatta!!!... in nome di un'inesistente patria... che sta scritta..."strigiamoci a coorte siam pronti alla morte"... che tristezza quando lo sento!!!... e mi vengono in mente... i canti patriottici... alle elementari... insegnati... sotto l'ombra della bacchetta... Avevo già la netta sensazione... di essere educato dalle istituzioni... come un pollo di batteria...
    Carne da macello!... che si fottano!... Io non son pronto a quella morte... ne allora, ne ora, ne mai... Che schifo!
  • Adamo Musella il 22/09/2008 21:43
    Dobbiamo sempre lottare, il bene è troppo prezioso per lasciar perdere. Questo fa parte delle vita... la luce e l'oscurità in antitesi ma necessari a se stessi. Non credo nella vittoria dell'uno sull'altro... sarebbe pura utopia. Molto sensata la tua lettura cara Anna ti ringrazio un mare di :bacio:
  • Adamo Musella il 22/09/2008 21:39
    Siamo caduti e scopriamo che l'abisso ci hai inghiottito... abbiamo perso il candore e ci siamo sottomessi a quella presenza scura. Siamo stati e siamo cambiati... siamo in mezzo agli uomini ma nascondiamo la nostra vera natura. Il sogno solo una premonizione, una presa di coscienza. Quanto vorrei dire... e quanto ancora mi regalerete leggendo e proponendo idee originali e diverse dalle mie Ti debbo fare i complimenti cara Cinzia per la bellissima visione della mia. Un sacco di :baci:
  • Adamo Musella il 22/09/2008 21:32
    Questo onnipresente ed inevitabile male ci tenta indicando la strada più facile... la lotta a volte ha un unico inevitabile responso. Nonostante tutto resistiamo e speriamo. Cara Sophie molto acuta la tua lettura, grazie. Un :bacio:
  • Anna G. Mormina il 22/09/2008 16:53
    ... questa violenza, c'è sempre stata, ora purtroppo si sta accentuando sempre più...
    ... il bene comunque e, per fortuna, è ancora presente e chiunque può "armarsi" e schierarsi dalla sua parte!
    ... molto, molto bella Adamo!... un forte abbraccio!
  • Cinzia Gargiulo il 22/09/2008 09:50
    Una poesia che fa riflettere molto su quello che è diventato l'uomo.
    Leggendo i primi versi mi è balzata dinanzi agli occhi una scena di guerra. Ho visto uomini che smettono di essere tali per essere solo soldati che eseguono ordini e ammazzano il proprio fratello in nome di una giusta causa che nasconde giochi di potere. Ma quelli che combattono non sono i potenti, combatte la gente comune che se non ammazza il "nemico" muore a sua volta...
    Proseguendo la lettura la visione è divenuta più ampia, si è estesa alle varie infamie che l'uomo compie nei confronti di altri uomini nella vita di tutti i giorni, per le strade, negli uffici, nelle scuole... In ogni luogo viene calpestato il "diverso" e il "sorriso gli viene spento"...
    Ma viene da chiedersi : "Chi è il diverso?"...
    Tutto il male che c'è nel mondo, la mancanza di rispetto verso i più deboli è solo opera dell'uomo che si è trasformato troppe volte in un "demone"...
    Risultato: abbiamo distrutto i sogni, i valori, gli ideali e quello che resta nell'uomo di oggi è una forte sensazione di vuoto e di solitudine...
    Il tuo sogno lo avverto come un incubo da cui sarebbe bello risvegliarsi per trovare un mondo nuovo dove l'uomo-demone ritorni ad essere solo un uomo-persona capace di amare profondamente se stesso e tutti i suoi fratelli... Ma questo dipende da ognuno di noi...
    Poesia profonda e bellissima!
    Un grosso :bacio:
  • Adamo Musella il 22/09/2008 00:44
    La tentazione del male scova le nostre debolezze e ci arruola nostro malgrado. Grazie della lettura attenta caro Riccardo ciao amico
  • Adamo Musella il 22/09/2008 00:42
    Siamo forse divenuti l'ombra di noi stessi, figli non degni. Caro Ignazio le tue parole mi onorano Grazie. Ciao
  • Riccardo Brumana il 22/09/2008 00:03
    anche se soli e abbandonati non bisogna mai "arruolarsi" nelle file delle tenebre.
    letta come mera poesia comunque è bella, ricrea una insana atmosfera palpabile.
  • Aedo il 22/09/2008 00:00
    Hai composto, Adamo, una poesia bellissima, che esprime una vera denuncia sociale: in una società sempre più anonima ci stiamo trasformando in violenti esecutori di leggi assurde, che non sono ispirate né dall'umanità, né dalla sensibilità. Si spegne il sorriso degli indifesi, dei diversi, incuranti delle loro grida e delle mani tese. Cosa siamo diventati e dove ci spingiamo? Eppure dobbiamo avere il coraggio di dire "no" e ridare la speranza, per rigenerarci. Bravissimo!!!!
    Ciao
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0