username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vita

Di te nessun ricordo,
lontana dalle nostre cose
come morta e distaccata;
tu mi sei stata stretta
fin dall’inizio,
scomoda indossata
e la felicità non mi rispose
quando l’ho chiamata,
se mi facesse un segno
or non la curerei,
alla felicità tardiva
non sono abituato.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Riccardo Brumana il 27/09/2008 17:50
    sinceramente è una poesia che mi sfugge... dal titolo mi verrebbe da pensare che parli della Vita, ma così sarebbe contraddittoria, poichè come si può non avere ricordo della vita mentre si sta vivendo?
    forse ti riferisci alla "felicità" ma da quel che ti conosco non mi sembra che ti manchi... almeno che parli della sensazione di un attimo, quelli che arrivano e vanno in un momento, o più semplicemente è una poesia di tanto tempo fa... ma di solito metti la data sul fondo...

    Ugo, non vorrai lasciarmi sulle spine vero?
    ti pregherei di spiegarmela, anche in privato,
    lo so... di solito non si chiede,
    ma spero farai uno strappo alla regola, te ne sarei grato.
    ciao.
  • Rosy Rosalba Piras il 27/09/2008 09:17
    Essenzialmente bella!... complimenti!
  • laura cuppone il 26/09/2008 01:26
    esser capaci d'accogliere la felicità é una prova
    sempre...
    la felicità impatta e sorprende...
    accoglila Ugo... non demordere...
    ti ci abituerai...
    hai un gran cuore...
    e profondità di cultura e spirito...
    un abbraccio.
    ciao Laura
  • Anonimo il 25/09/2008 22:23
    Ugo,
    complimenti, per questa tua descrizione della vita...
    c'è sempre tempo per essere grati alla vita?
    allora sono ancora in tempo..
    un abbraccio
    Angelica
  • Sonia Di Mattei il 25/09/2008 18:23
    anche se tardiva, la felicità è sempre bene accolta, anche se devo ammettere che poeticamente parlando, mi piace l'aria sdegnosa della chiusa
  • Cinzia Gargiulo il 25/09/2008 18:22
    Anche io come Fabio penso "meglio tardi che mai" ma la tua poesia Ugo è bellissima.
    Un abbraccio...
  • Fabio Mancini il 25/09/2008 16:28
    Bella la chiusa. Ma forse dobbiamo adeguarci a quella chiamata. Meglio tardiva che per niente. Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0