accedi   |   crea nuovo account

VERTIGINE

                            Gomiti stretti su tavoli rovinati
                              Osservo  gente che non conosco
                              La luce si appiccica alla pelle
                              ennesimo bicchiere di whisky Mezzo vuoto
                              Il fumo sale dal posacenere mai vuoto
                              In testa sempre quella canzone
                                    “in this river”
                              Respiro a fondo come se stessi
                              Risalendo del blu profondo
                              La mano accarezza il viso
                              Vorrei che tutta la gente stesse zitta
                              Per sentire i loro pensieri nascosti dalle
loro inutili parole!
                               

                               

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • Lestat V il 14/10/2008 15:34
    ciao terry
    come darti torto!!!!
    a presto
    un forte abbraccio
    Lestat
  • Lestat V il 14/10/2008 15:33
    grazie del commento riccardo
    felice che ti sia piaciuta
    a rileggerci
    Lestat
  • terry Deleo il 07/10/2008 16:52
    Avremmo dovuto esserci "noi" di Ferrara in quel locale... a noi sarebbe bastato guradarci negli occhi sorseggiando quel whisky..
    Bellissima
    ciao Vampiro, a presto!
    terry
  • Riccardo Brumana il 06/10/2008 22:06
    deve essere dura la vita da straniero,
    camminare tra i vivi e sentirsi bene nel proprio oblio,
    e la vertigine... il tuo freno,
    è la vertigine... il tuo motore.

    complimenti, bellissima poesia,
    un saluto, Shogun!!!!
  • Lestat V il 01/10/2008 17:39
    ciao vincenzo
    grazie del commeto
    Lestat
  • Lestat V il 01/10/2008 17:38
    ciao manu grazie del commento
    sempre gradito
    un' abbraccio
    Lestat
  • Lestat V il 01/10/2008 17:36
    grazie bruno del commento
  • Lestat V il 01/10/2008 17:35
    ciao fabio grazie del commento
    a rileggerci
  • Lestat V il 01/10/2008 17:35
    ciao laura grazie del commento!
    potremmo fare a gara a che ride per primo
    un saluto
    Lestat
  • Vincenzo Capitanucci il 29/09/2008 07:14
    Una vertigine strepitosa... nata in un bicchiere fondo pieno di whis ki... salente in una nuvolo di fumo.. blu...(gitane)... volante in una canzone fiume... accarezzandoti il viso... perdendo il rumore circostante del chiacche rio... inutile...
  • sabrina balbinetti il 27/09/2008 00:04
    affiora la solitudine... quando si è in compagnia!
  • manuela giorda il 26/09/2008 20:51
    A volte certe serate passate in locali affollati e rumorosi non ci aiutano certo a star bene. Ci infondono tristezza e si vorrebbe che tutta la gente tacesse per lasciar spazio alla nostra mente di riposare cullati da una musica che pare farci salire dal fondo e nello stesso tempo sentire i pensieri veri, celati da tante inutili parole. In certi momenti si vorrebbe essere soli per lasciar spaziare i nostri pensieri in tutta tranquillità. Velata da un fondo di malinconia. Mi è piaciuta molto! Un abbraccio Manu.
  • Fabio Mancini il 26/09/2008 15:17
    Credo che quella gente non abbia pensieri, ma preoccupazioni e desideri. Fabio
  • laura cuppone il 26/09/2008 14:56
    dovremmo bere insieme la prossima volta... così senza parlare... forse avremmo modo di comunicare... e ridere...


    :bacio:!!!!
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0