accedi   |   crea nuovo account

Vivere l’attimo nei limiti dell’impossibile fra pesci volanti

Questa società
porta
le nostre menti
sempre di più
a prendere appuntamenti

avere
mille programmi aperti

confonde la memoria

blocca la libertà

sulle pagine gialle
piene
dal non esistere

Anche il Fato
lo sa

c’insegna
imbrogliando
le nostre carte

tramutando
spesso
i jolly
con delle carte
a picche

piantate
in Asso

preferisco
essere
un carnet da ballo

Vergine

ballare istantaneamente
con te

quando i miei occhi ti vedono
il mio corpo
si erge
per prendere la tua mano

fra le mie braccia celesti

portarci
in un cielo sgombro

da nubi soglio la

Serenamente
dietro le
quinte

Qui in Te

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Sonia Di Mattei il 27/09/2008 13:47
    resettare tutto, ogni tanto ci vuole, e vivere la giornata senza sapere che cosa ci accadrà
  • Anonimo il 27/09/2008 13:08
    Con la mia agenda in mano piena di appuntamenti e di progetti di lavoro appena aperti come aperta è la stagione del creare eterno nel nome del Signore per donare a chi riceverà i nostri doni, sempre nuovi, sempre Suoi, attraverso noi, con rinnovato entusiasmo anche quando i pesci volanti sono sogliole, anguille o aringhe avariate...
    Divino trasporto attraverso picche quadri cuori e infiniti fiori... serenamente dietro le quinte e anche le seste (se non bastassero, abbiamo sempre la settima sagomata, coppa D)...
    nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0