accedi   |   crea nuovo account

Ritmo di tamburi

In lontantanza si odono rumori
ci avviciniamo sempre di più
ed il suono più chiaro si fa

come il suono di oggetti tonanti
percossi da mani roventi

eccola là la tribù, ecco son sempre di più
son sempre più voci, son sempre più canti

celebrando stanno una futura fortuna
che il raccolto fruttare farà
che la caccia propizierà

con pezzi di legno intagliati
per questa speciale occasione
percuotono i cuori, con gesti veloci
e il suono si spande nell'aree

come gocce di ruggiada felice
percuotono le foglie in Aprile
come primavera che nasce fiorente
come rondine che vola danzante

quei tamburi un ritmo di festa
nel vento faran riecheggiare

per amare, per danzare
per poi festeggiare... dei popoli la pacifica unione

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 12/04/2012 08:07
    splendida poesia complimenti

3 commenti:

  • Gabriele Sancarlo il 27/09/2008 19:46
    Grazie poeti.. per me ha un significato profondo di comunione fra i popoli e celebrazione della vita in generale.. come solo gli esseri umani sanno fare attraverso la musica...
  • laura cuppone il 27/09/2008 18:45
    inusuale gabriele..
    ma gradevole e dal significato profondo.

    piaciuta!

    Laura
  • Vincenzo Capitanucci il 27/09/2008 16:40
    Stupendo ritmo tribale... a caccia di Umana complicità con il Creato...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0