PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mio paradiso

Adesso
voglio solo morire
far tacere il mio cuore,
cessar di soffrire

chissà se davvero
esiste un mondo migliore
dopo la morte
e dopo tutto l’amore

chissà se davvero
esiste un’altra vita,
un po’ più bella
fors’anche infinita

e mentre aspetto
il perdono divino
mi guardo allo specchio,
mi scorgo un po’ più bambino

e mentre la terra
ruota intorno al sole
mi volgo alla luna,
ascolto ciò che lei vuole

le chiedo un miracolo
sfido il suo furore,
un manto di stelle
su cui far l’amore

me lo concede
è l’ultima speme,
e lei che intercede
si volta e poi geme

e l’ultimo anfratto
in cui soggiornare,
mi sento un po’ matto
ancora a cercare

un corpo divino
sì fosse il creato,
la mano che scende
sul suo colonnato

fragili sponde
un velo che sveste,
ossia rubiconde
le abili geste

il suo sospiro
ed il mio stupore,
un solo respiro
è un regalo d’amore

un ultimo abbraccio
un largo sorriso
mi faccio coraggio
è il mio paradiso

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Sonia Di Mattei il 27/09/2008 22:29
    il paradiso è qui sulla terra, se vogliamo
  • giuliano paolini il 27/09/2008 21:03
    e' inevitabile questo tuo bruciare le attese guarda un po' che razza di cognome ti sei andato a cercare fa una cosa va all'anagrafe e scegli qualcosa di più tranquillo, che ne dici di bruno bradipo?
  • laura cuppone il 27/09/2008 18:27
    ... ognuno cerca il suo
    paradiso..

    laura
  • Vincenzo Capitanucci il 27/09/2008 17:34
    Splendido Paradiso terrestre...è già Paradiso...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0