PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L’amica pazzia

È la nostalgica rimembranza
di un’atavica quiescenza.
È la senile demenza.
È un’infame mattanza!

È un’episodica carezza
che t’infonde certezza
e ti toglie l’asprezza
di chi non ha mai abbastanza!

È un amica al tuo fianco
è il più forte paranco,
che ti dice: “Mai manco
nella tua vuota stanza”.

E’il tuo solo soccorso
cui puoi fare ricorso
quando tutto t’è occorso:
è la tua transumanza!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 02/10/2008 23:30
    Grazie a tutti. In particolare vorrei dire a Giuliano che il suo commento forse è ancora più significativo della poesia stessa. Complimenti a te.
  • Nicola Saracino il 01/10/2008 07:41
    Grandioso Peppo!
  • Vincenzo Capitanucci il 29/09/2008 06:30
    Stupenda...
  • giuliano paolini il 28/09/2008 18:45
    e' quando non ti ritrovi più
    quando la tavola non da il giusto ristoro
    quando le voci si fanno soffocanti e difficili da sopportare
    e uno strano concerto riempie la testa ed il cuore
    una armonia sconclusionata perche' mai ascoltata
    ma che pian piano si fa amica
    e comincia ad addolcire le giornate
    ad imbandire pasti sempre più graditi
    ed anche se ti ritrovi spesso solo ed abbandonato
    scopri il magico sapore del celebrare
    l'attimo che scorre

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0