PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vivi

Che pensi ti rimanga dopo un viaggio
se non ti senti in grado poi di dire
è stato bello, giusto, è stato saggio
l’aver voluto con forza partire.

Che credi che d’un giorno poi ti resti
sia stato esso di gioia o sofferenza
se essendo lui trascorso non diresti
che mai avresti voluto fare senza.

Che credi ti rimanga d’un evento
quand’esso ti sia scivolato addosso
se né alcun piacere o alcun tormento
e nessun sentimento t’abbia smosso.

Chi pensi voglia vivere una vita
che, priva della minima emozione,
sia senza una discesa o una salita
fatta di sola noia in continuazione.

Vivi ogni giorno come un’emergenza!
Vivilo con i sensi sempre accesi!
Diventi un turbinio la tua esistenza
di frenetici attimi contesi.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • gianni castagneri il 24/02/2014 23:47
    verissimo... un po come dire COGLI L'ATTIMO!
  • Giuseppe ABBAMONTE il 03/09/2009 18:47
    Emergenza o avventura, l'importante è vivere la vta attivamente, evtando l'abulia e la monotonia.
    Ciao
    Giuseppe
  • Anonimo il 01/09/2009 23:31
    Molto bella...
    Anche se io più che come un'emergenza le giornate le vivo come un'avventura...
    La monotonia è PERICOLOSAMENTE DISARMANTE X L'ANIMO UMANO.
  • Nicola Saracino il 01/10/2008 07:44
    Soprattutto fra un volo e l'altro... considerazioni che si aprono come bracciate di forte nuotatore. Sono davvero felice di leggere questi bei versi Giuseppe

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0