username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ho cercato più volte
di non pensarti
ma tu sei sempre

dove i miei occhi
ti cercano.
Vorrei tanto
starti vicino
e dirti quanto
io ti amo
ma ho paura
di perderti poi
per sempre.
Così
mi accontento
dela mia fantasia
e tu,
dolcissima,
continui sempre
ad essere
là.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 11/02/2010 14:15
    mi è piaciuta molto questa composizione... mi ricorda momenti da me appena vissuti, complimenti ^_^
  • Rocco Burtone il 12/07/2009 15:31
    C'è in te una levità giovane che mi piace. Però sei pigro: solo due poesie... lavora!
  • luisa berardi il 08/10/2008 14:11
    caro pietro, ti ringrazio per il commento alla mia poesia. e leggendo la tua mi torna in mente un dsiderio proibito di un amore che dopo molto tempo sono riuscita a conquistare.. bella...
  • Riccardo Brumana il 05/10/2008 11:08
    chi si accontenca gode... così così,
    ci vuole coraggio per inseguire i nostri sogni, e anche un pizzico di follia.
    ciao Pietro, attendo la nuova poesia per vedere come procede la situazione.
    un salutone
  • Pietro Rizzo il 02/10/2008 13:47
    Portare il là qua... significa realizzare i propri desideri, assecondare le proprie aspirazioni, materializzare i propri sogni... sì, sono d'accordo... e chi potrebbe non esserlo... ma lasciatemi dire anche che la purezza di un sogno sognato è senz'altro di spessore e di sapore diverso dalla realtà reale sia pure accaduta come ce lo aspettavamo... il potere dei desideri è la molla che fa avanzare il mondo... il desiderio sognato ha mille energie ed altre ne trova ancora... il desiderio soddisfatto è gratificazione, è appagamento, ma è anche preludio al suo superamento con un nuovo sogno, un nuovo desiderio... e così via senza soste... ciao.
  • Pietro Rizzo il 01/10/2008 20:37
    Ti sei innamorato... lei è diventata parte del tuo stesso essere... credi di conoscerla come te stesso... poi... una parola fuori posto... una difficoltà non prevista... ed è rottura... magari provocata... per averla vinta... lei, offesa, non richiama... tu nemmeno... ma lei è dentro di te... non ti fa pensare ad altro... lo sguardo nel vuoto... e lei è sempre là dove te la stai immaginando... forse forse decidi di richiamarla... ma poi decidi di no...è più dolce se richiama lei... intanto lei è sempre là... nei tuoi pensieri... lei ti ha già perdonato... lei è ancora là nella tua immaginazione... bella... dolcissima... rassicurante...
    Grazie. Ciao a tutti.
  • Adamo Musella il 30/09/2008 23:06
    Le parole si leggono, si metabolizzano, si sciolgono nell'anima... quel volto ancora familiarmente caro nonostante tutto, solo ora il tempo mitiga il rancore e il ricordo mi accompagna in ogni nuovo viaggio... forse una vita intera. Poesia molto evocativa e vicina alle nostre attese. molto bravo Pietro ciao
  • Vincenzo Capitanucci il 29/09/2008 12:56
    Fino al giorno... che non potrai più resistere... e rischierai... valutando bene la situazione... per portare questo là... qua..

    Piaciuta...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0