username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

C'è nell'aria.. qualcosa per me...

c'è nell'aria qualcosa,
non so bene cosa,
il tuo profumo di innocenza,
le mie scelte d'incoerenza,
sento che stai per dirla:
- è giunta l'ora di finirla!-
sento già cosa ti dirò:
- va pure, piccola, non ne morirò!-
e un'altra volta solo, bugiardo e stronzo
per la mia vita me ne vado a zonzo,
no non piangerò, almeno non in pubblico,
e di restare, stà sicura, non ti supplico,
non ho il coraggio di farlo,
il mio "orgoglio" mi impedisce di farlo,
ora esco per strada col volto indifferente,
no, non mi hai ucciso, no, proprio per niente,
il mondo si aspetta da me che sia coerente,
bene; reindosso la maschera del demente;
lavoro, rido scherzo, scrivo cazzate
passo dopo passo faccio finta non ci siano state,
le mie illusioni d'averti alfin convinta,
ora l'ho capito: facevi tutto per finta!
c'è nell'aria qualcosa?
che non sia per me dolorosa?

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • sara rota il 03/11/2008 07:37
    Una passeggiata malinconica tra le vie della vita... un persorso che sembra solo essere colmo di ostacoli... un abbraccio che spero ti aiuti a sorridere un pò.
  • Anonimo il 14/10/2008 23:11
    mi permetto perchè hai chiesto un commento. non un granchè questo testo
  • Tony Golfarelli il 14/10/2008 10:37
    é sempre doloroso ammetterlo, ma con esposizione una esposizione gradevole
  • Maria Lupo il 30/09/2008 17:34
    C'è qualcosa di nuovo oggi nel sole - anzi d'antico: io vivo altrove...

    Spero che ci sia veramente qualcosa di nuovo. Comunque è nuova la poesia, ed è molto bella... dolceamara nel contenuto, quasi gioiosa nello stile
  • Vincenzo Capitanucci il 29/09/2008 12:06
    Nell'aria c'è qualcosa d'immenso... un profumo di spontanea innocenza... solo i dementi... senza maschera.. possono percepirla..

    Poesia molto molto bella... dove c'è ancora tanta speranza... e rabbia...
  • giuliano paolini il 28/09/2008 19:05
    siamo maledettamente confusi e spesso ci dimentichiamo di essere la causa principale il seguire l'onda senza preoccuparci se il ritmo e' quello del nostro cuore se viviamo quel che sentiamo o se la brodaglia che ci circonda non ci condizioni nelle scelte e nei pensieri un piccolo consiglio quando la confusione e' tanta siedi ed ascolta cio' che viene da dentro di te quello e' il metro giusto e se non viene nulla semplicemente aspetta ancora e rimanda
    fino a che la chiarezza si fa strada

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0