PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Luci e ombre.

Scese
la Grazia
e l’oscurità
divenne luce
il silenzio
musica.
L’armonia
raggiunse
il cuore
e subito
la ferita
fu
rimarginata.
Col tempo
la forza
conquistata
si affievolì
e l’antico male
ricomparve.
Ombre e luci
ad avvicendarsi
fino all’ultimo
battito
e la speranza
mai doma
che l’Eterno
divinizzi
le mie ossa.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 12/09/2009 11:53
    molto bella complimenti
  • Riccardo Brumana il 30/09/2008 22:16
    lo stile "a cascata" spezza un po' troppo per me...
    una poesia che si presta a più interpretazioni, muta e si aderisce al lettore,
    io ci vedo "il peccato originale".
    nel complesso mi è piaciuta.
  • Sonia Di Mattei il 29/09/2008 22:43
    spettacolare
  • Aedo il 29/09/2008 20:44
    Poesia intensa, diretta, che giunge sino al cuore, emozionando e donando sensazioni suggestive, che fanno parte del nostro essere più profondo. Bravissimo!!!
    Ciao
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0