accedi   |   crea nuovo account

'na mamma come tante

‘Na mamma mette sempre ar primo posto
li fij, er marito…la famija…
ma ner diario all’angolo anniscosto
ce scrive perchè a vorte se la pija.

Quello che fa da quanno che se arza
‘n giro pe casa sistemanno tutto
…stira li zinalini co’ la barza…
e ‘ncarta li panini cor prociutto.

Le colazzioni tutte disuguali
er piccoletto beve alla bottija
la granne er latte co’ li cereali
caffè e cappuccio…eppure la pastija.

Quanno che esce alle sette de matina
quasi se l’è abbuscata la giornata
e va’ a lavoro verzo la Pontina…
ner traffico de gente già ‘ncazzata!

Cor turno corto, ringrazzianno Ddio,
stacca solo a le tre der pomeriggio
e prima d’anna’ ar nido a prenne er fio
ritira ‘n tintoria er vestito griggio!

‘N po’ de spesa…lo stretto necessario
buttannola ner carello ‘n tutta fretta
.. vola ‘n pensiero.. penzanno a papà Mario…
e riparte verzo scola de Saretta!!

Se la giornata è bella… se va’ ar giardino
er marteddì  ciavemo la  chitara
tornanno a casa lava er ragazzino
penzanno a ‘sto mestiere da somara!

Quanno che i pupi cianno già er piggiama
la cena fuma sur tavolo ‘mbandito…
lei magna doppo…perché chi aspetta ama…
e tira er collo ‘n attesa der marito!!

Sparecchia lava li piatti e la cucina
sistema a letto puro li  piccoletti
se fa la doccia…(ma che giornatina!!)…
se pesa…ha perzo solo ‘n paio d’etti.


Poi finalmente pia penna e carta
pe’ scrive ‘na poesia che esce dar core
“Er doppo cena, amore, stasera…sarta
me devo collega’ co’ ‘n editore!!”

Così se sente di’ co’ ironia
“Ognuno cià li vizzi o le manie
io solo la Roma…ch’è la squadra mia…
tu falla fenita.. co’ ‘ste cazzo de poesie!!!!”

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Emiliano Gioia il 19/07/2009 22:32
    Sabrina davvero complimenti molto bella e divertente
  • Fabio Mancini il 30/09/2008 08:46
    L'abbinamento in realtà è perfetto: la Roma e la poesia! Ciao, Fabio.
  • Aldo Occhipinti il 29/09/2008 21:02
    Quotidianità, trambusto, impegni, lavori, doveri... scorre via così er giorno di 'sta mamma. La sera - e pagà de' lo scotto er marito - c'è un piccolo spazio, un minuscolo ritaglio per fuggire; per volare in cielo ed inseguir un sogno; l'unico sogno che resta e non va via; il sogno d'una vita... la poesia
    Il gran pregio della tua poesia è che sa essere divertente e dimessa, e al contempo far pensare a valori profondi; o tramite l'ironia; o tramite uno sguardo d'insieme.
    Ciao, ti leggo sempre con piacere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0