PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Madonna della Cornabusa

È una grotta naturale,
magnifica,
scavata nella roccia,
modellata dallo scorrimento dell' acqua.
È la grotta dell'amore,
della speranza,
pellegrini, viandanti,
e ammalati,
rendono grazia
alla madre di tutti noi.
M' inginocchio davanti a lei,
giungo le mie mani in preghiera,
io che poco ho creduto
sono qui a cercare
serenità e pace,
essa tiene in braccio Gesù,
non bambino
ma uomo crocifisso.
Dalle crepe nel soffitto,
gocce d 'acqua scendono
bagnando il mio viso,
sembrano lacrime,
ma non hanno nulla di amaro,
dolci e serene scorrono sulla mia pelle.
L' atmosfera è suggestiva,
e le mie sensazioni forti riempono il cuore.
Non so se suggestione,
fantasia, ma l' amore che sento
non è commentabile.
Sin da bambina,
ho frequentato questa chiesa,
ma mai come ora
ho provato una serenità così forte.
Grazie Madre mia
di avermi chiamato nella tua casa,
accogliendomi con tutto l amore di madre.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • silvana capelli il 09/02/2012 13:54
    sin da bambina ho visitato questa suggestiva grotta, e ancora oggi,
    rivederla, lascia una scia di una grande serenità.
    La stessa gioia si sente dentro il cuore, quando sei davanti alla grotta di (LOURDES). molto piaciuta, brava.
  • Dolce Sorriso il 06/10/2008 00:11
    Ed io non vedo l'ora
    un bacioooooooooooooo.
  • laura cuppone il 06/10/2008 00:08
    ... andremo insieme
    e vedrò..
    ancora...

    grazie...
    tvb
    laura
  • Dolce Sorriso il 30/09/2008 23:40
    grazie tenera Ange
    un abbraccio davvero sentito.
    ciao
  • Anonimo il 30/09/2008 23:36
    Grazie mi sono sentita avvolgere da questo abbraccio...
    ciao Anna
    Angelica
  • Dolce Sorriso il 30/09/2008 23:24
    Grazie Riccardo ci tenevo davvero tanto al tuo passaggio
    un abbraccio
  • Riccardo Brumana il 30/09/2008 22:01
    si dice anche che chi vi entra resti protetto per 365 giorni.
    insomma, un giretto all'anno toglie il medico di torno.
    anche io l'ho visitata, vista da lontano con quelle inferiate imponenti mi aveva fatto una strana impressione... ma poi dentro... il contatto con la roccia viva, l'aqua che piano gli scorre sulle pareti... sembra quasi che prenda vita.

    è una bellissima poesia, ha un solo difetto; avrei voluto scriverla io...

    !! bravissima!!
  • Dolce Sorriso il 30/09/2008 14:17
    che piacere immenso ritrovarti
    un abbraccio
  • Dolce Sorriso il 29/09/2008 23:29
    graze Salva sono contenta ti sia piaciuta
    un'abbraccia anche a te
  • Dolce Sorriso il 29/09/2008 23:08
    grazie Lucia,
    spero che anche tu abbia avuto le mie sensazioni!
    un baciotto
  • lucia cecconello il 29/09/2008 23:05
    Conosco il luogo che descrivi...è bello quello che hai scritto, ciao
  • Dolce Sorriso il 29/09/2008 22:52
    grazie del tuo gradito passaggio
    ciao
  • Dolce Sorriso il 29/09/2008 22:51
    FABIO CREDO TU ABBIA AZZECCATO IN PIENO,
    GRAZIE
  • Fabio Mancini il 29/09/2008 22:26
    Nella fede è difficile distinguere il confine tra la suggestione e l'Evento. Fatto sta che se c'è stata coerenza tra l'aspettativa e la risposta, probabilmente si è trattato di un Intervento. Ciò che hai provato tecnicamente si chiama: guarigione interiore ed è determinante per sopportare i pesi della vita e della fede. Che la pace sia con te... Fabio.
  • dramaqueen il 29/09/2008 20:24
    In questi versi riesco a percepire quanta fede hai dentro...
    molte volte la diamo quasi per scontata.
    Mi è piaciuta molto!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0