accedi   |   crea nuovo account

La casa di Maria

La casa di Maria sorge lontano,
là, dove il sole
di giallo inonda la terra.
Sorge in un luogo
che non è un paese,
è solo una frazione della vita:
La casa di Maria
ha molte crepe
e una ferita
che non può arginare.
Un albero di pesco la ricopre.
La casa di Maria, due
stanze sole, ha due finestre:
vi si vede il mare.
Mare...
Mare di sogni, mare
di ideali, di ingenui allori,
di struggenti affanni,
mare di pace.
Ecco Maria, ritorna alla sua casa.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Dolce Sorriso il 05/10/2008 23:17
    questa poesia mi ha dato delle emozioni,
    sei davvero ok
  • Ugo Mastrogiovanni il 30/09/2008 12:53
    Ammirevole è la capacità nella elaborazione del testo e quel rapporto di tenerezza più alto e prezioso di quello umano. Il tutto fluttua in un “Mare di sogni, mare di ideali, di ingenui allori, di struggenti affanni, mare di pace.”
  • sara rota il 30/09/2008 07:16
    Delicata con un pizzico di mistero favorito dalle crepe, questa casa di Maria... bella davvero... mi sa di antiche casette dei boschi (certo se affacciandosi non si vedesse il mare).
  • Riccardo Brumana il 29/09/2008 22:36
    originale composizione, una bella poesia questa casa di Maria.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0