PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Croce

Croce portami tu adesso,
perche' la mia parte
è compiuta.
Le tue assi sono di
stupido legno che
prende fuoco allo
sguardo dei timidi
La tua inclinazione
è fuori misura, ora
che ti ho sostituito
con la nebbia
di buona stagione.
Sei libera, o sei schiava,
la tua scelta è filiforme
la padronanza delle stelle
è sempre stata arbitraria.
Fammi spazio, non intralciare
le vallate destinate
ai miei piedi
ti ho fatto le gambe
per piangere da sola...
Ormai si è fatto tardi,
il senso ha perso significanza
il tempo è troppo, ma
che senso ha usarlo invano?
Croce, tu hai deciso di
portarmi, ma io non sarò
mai la tua via di fuga...

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/09/2013 05:53
    apprezzata, complimenti.

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0