accedi   |   crea nuovo account

Nel nome di allah

Inutili esseri, e feroci assassini
costruttori di orrori e di guerre
circondati di fanatici e mercenari
di bambini, votati alla morte
trionfanti del loro potere
si arrogano il diritto, di giudicare e uccidere
nel nome di un allah, che non è il loro.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Riccardo Brumana il 01/10/2008 23:34
    piccoli uomini si fanno "portatori" di Dio per i propri fini, e alla fine anche il Suo nome ne esce infangato agli occhi di guarda senza voler capire.
    piaciuta!
  • laura cuppone il 01/10/2008 14:52
    ciao Francesco...
    beh.. l'occidente.. l'oriente...
    diciamo che a guerre e brutture siamo davvero mooolto simili...
    un po' per uno...
    o insieme a volte...
    ho letto la tua risposta a Fabio...
    ho compreso meglio la tua riflessione...
    ciao
    Laura
  • francesco muscarella il 01/10/2008 14:29
    Cara Laura, non sono di parte come dici tu, queste poche righe descrivono la realtà!, come realtà è cio che fanno gli occidentali.
    ciao
    Francesco
  • Vincenzo Capitanucci il 01/10/2008 13:36
    Pensavo che avevi scritto Allah.. in minuscolo apposta.. e per me così deve rimanere... allah... in questa poesia... che trovo perfetta.. in quello che voleva dire...

    Grazie Francesco...
  • francesco muscarella il 01/10/2008 13:25
    Caro Vincenzo, ho letto il tuo commento, hai capito perfettamente il senso di questi versi.
    grazie Francesco
  • francesco muscarella il 01/10/2008 12:28
    Rispondo all'amico Fabio: che si scriva con la a maiuscola è un mio errore.
    L'ultimo verso è giusto, se si legge attentamente il significato è questo: Loro si battono nel nome di Allah, ma Allah non vuole vendette e assassini, e loro lo usano come un paravento.
    Al di la del discorso americano con cui concordo con te, queata poesia è solo una faccia della medaglia.
  • laura cuppone il 01/10/2008 11:14
    credi davvero che ancora l'orrore si riduca a questa punta dell'iceberg retorica e riduttiva?
    cos'è il male?
    chi non e fa?...

    non sono d'accordo..
    troppo di parte..

    opinioni... scusa
    ciao
    laura
  • Fabio Mancini il 01/10/2008 10:08
    Allah! Si scrive con la a mauiscola, perché Allah significa Dio. Ti allego questo copia incolla: " Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Vai a: Navigazione, cerca: Allāh scritto in caratteri arabiAllah (in arabo الله, Allāh) è il nome usato per indicare Dio nei paesi di lingua araba e nell'Islam[1]". In particolare Allah, significa misericordia. Non è nemmeno molto comprensibile l'ultimo verso, dal momento che Allah è il Dio dei musulmani. Sicuramente non il nostro. Quindi, al limite, avresti dovuto scrivere il contrario di ciò che hai scritto. Ma al di là di queste specifiche, non sono concorde sul contenuto del tuo scritto che richiama alla mente le guerre di religione, o di cultura. Penso che il popolo occidentale che persegue con costanza e accanimento, tali confliitti è il popolo americano. Forse dovremmo seguire il loro esempio? Personalmente sono un pacifista e credo nella forza del dialogo e dell'ascolto. Non credo invece nelle scimmitarre e nelle bombe al fosforo... Fabio.
  • Vincenzo Capitanucci il 01/10/2008 08:57
    Questi feroci assassini... da sempre... non hanno niente a che vedere con Allah... L'Islam... per secoli ha vissuto in pace e armonia.. con popoli di religione ebraica e cristiana... le lotte sono sempre state politiche e di interessi economici in gioco...
    La guerra santa...è una lotta interna... che ogni uomo deve vivere in se per essere piu Giusto... tutto il resto sono fandonie...
    Complimenti Francesco... un poeta è una corona d'Occhi.. deve metterli ovunque... anche nelle scritture del Corano... e viverlo nel suo Oggi... dando luce...
    Grazie...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0