PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

ghiaccio

Nel bianco del mattino
con la brina tra i capelli
vedo gli abeti tremare
e la strada cercare il sole
come un diamante caldo.
Sono ghiaccio.
Sto immobile e stringo a me
ogni cosa.
Sui campi l'erba si regge
in piedi a fatica
mentre il sale si incolla
al cemento urlando.
Perchè mi aggrappo alla terra
come se fosse solo mia?
Lascio che una timida pioggia
liberi le polveri
e che il mio corpo respiri
il suono del cielo.
Il gelo è silenzio
io lo conosco, lo amo.
Sento il battito degli insetti
nelle tempie,
impronte opache scivolare.
Immagino che quasi nessuno
mi aspetta.
Forse mi detestano, mi odiano.
Ma io vivo, soffocato
dal mio destino,
ovunque.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Dolce Sorriso il 07/10/2008 14:37
    bella poesia Michela
    brava
    ciao
  • Adamo Musella il 03/10/2008 22:49
    Arriva il sereno, il sole caldo e dolce e ritorneremo acqua e vita... e tutto sarà un rifiorire poesia molto dolce Michela, baci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0