accedi   |   crea nuovo account

Aspettando non Godot per niente in una terra fatta inferno

All’inferno
starei meglio
che qui su terra

almeno d’inverno
in averno
si sta bene

fra le sue lingue di fuoco

Certo
mancherebbe la presenza di Dio per l’eternità
manca in apparenza anche qui su Terra nella mia mortalità

Credo
nell‘immortalità del nostro essere
in uno stato
di spensierato divino

L‘albero non ha più foglie

in un raggio di Sole
forse oggi verrà!!!!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Sonia Di Mattei il 03/10/2008 17:58
    La morte mi ha preso le mani e la vita, l'oblio mi ha coperto di luce infinita, e ho capito che non si può, coprirsi le spalle aspettando Godot.
    Non ho mai agito aspettando Godot, per tutti i mioei giorni aspettando Godot, e ho incominciato a vivere forte, proprio andando incontro alla morte
  • giuliano paolini il 03/10/2008 17:18
    mi sa che il buon samuel sbagliandosi ha alzato un gran casino io credo che voleva dire aspettando godo cioe' nell'attesa mi faccio un qualcosa che mi da grande piacere un invito a condividere un caro saluto a lei
  • Fabio Mancini il 03/10/2008 15:35
    L'inferno terreno scaturisce dall'azione del Principe del mondo, che tende ad inquinare il libero arbitrio dell'uomo. L'unico interesse della Bestia è quello di dannare quante più anime possibili, al fine di affermare il proprio Potere sull'uomo e verso Dio. La follia di Satana è quella di non riuscire ad accettare che anch'Egli è una creatura di Dio e qualsiasi rivendicazione verso il Signore è un atto di superbia che lo vedrà ogni volta sconfitto. Non a caso, gli uomini che amano sproporzionatamente il potere, finiranno ad ingrossare le file dell'Angelo dannato. Ma il mondo è anche lo spazio, dove Dio opera attraverso il suo Spirito, perché l'uomo trovi la consolazione al suo stato e sperimenti la grazia redentrice. Un saluto, Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0