username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

... E GUARDO 'O MARE

... E guardo 'o mare
ma chesta sera l'onne
songhe 'o ritratto
'e sti penziere mieje
veneno e vanno
comme 'e ricorde
ca se perdono

addò l'acqua se vasa c''o cielo.
'A terrazza è deserta
nun me voglio affaccià
nun è 'o mumento
e po' pe' fa che cosa
ma pecchè?
Meglio a fa finta 'e niente.
... E guardo 'o mare
'nnanze all'uocchie
'a tristezza
'e na pioggia d'autunno.



Traduzione
... E guardo il mare
ma questa sera le onde
sono il ritratto
dei miei pensieri
che vengono e vanno

dove l'acqua si bacia col cielo.
La terrazza è deserta
non mi voglio affacciare
non è il momento
e poi per fare cosa, ma perchè?
Meglio a fare finta di niente.
... E guardo il mare
davanti agli occhi
la tristezza
d'una pioggia di autunno.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 22/11/2011 16:20
    Molto piaciuta questa tua tanto bella!
  • Cinzia Gargiulo il 31/10/2007 21:02
    Bravo, bella poesia!!...
    Sono felice di fare la conoscenza di un altro poeta di Napoli, mia città di nascita.
    Ciao
  • Luciano Sansone il 31/10/2007 20:51
    Bravissimo, Luciano. Mi piace tanto. Sarà, forse, perchè ti chiami come me? O perchè scrivi bene il napoletano? (Sei il primo tra tutte quelle che ho letto fin'ora). Se ti fa piacere prova a leggere le mie.
    Luciano

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0