accedi   |   crea nuovo account

in fonno nun semo poi cattivi

Er mejo attacco è sempre la difesa
dice a Roma er bullo de quartiere
senza capi’ che a vorte è l’offesa
che te fa rode ancora più er sedere!!

‘Sto modo che ciavemo noi romani
de pià per culo senza guarda’ ‘n faccia
cochi, mussulmani o cristiani…
er Papa er Re…. ammazza che linguaccia!

Solo se fai er comico…(qui te vojo)
poi applica’ la regola ar concetto
e poi spara’ a zero…’n do’ cojo.. cojo
pe’ attacca’ a corpi de fioretto!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 08/10/2008 07:10
    Ciao Sabry
    da non romano lasciami dire che una delle cose che apprezzo di più "n'er core de Roma", è la battuta caustica, quella capacità di essere ironici, secchi, di impartire colpi di fioretto, pungenti ma che non feriscono gratuitamente. E tu mi sembra sei un'ottima interprete di questi caratteri. Ciao e buona gioranta.
    PS grazie per i consigli per difendermi dal freddo. Penso che li metterò in atto, tutti tranne quello di non leggere le tue poesie.
  • sabrina balbinetti il 06/10/2008 20:44
    ciao fabio, vedo che sei un assiduo lettore... e questo mi fa estremamente piacere
    ciao dar core de roma
  • Fabio Mancini il 06/10/2008 15:05
    Bellissima! Ciao, core de' Roma. Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0