accedi   |   crea nuovo account

Il killer

Ha un bel contratto, ed una foto in mano
che gli frutterà fior di milioni
e lui, il killer, la macchina assassina
freddo calcolatore, sa aspettare
lui valuta il momento più opportuno
il giorno, l'ora, perfino la distanza
non ha amici, è un'uomo solitario
nel suo petto da tempo non ha un cuore
ma solo un'arma, di grande precisione
guarda la fotografia con distacco
e se quell'uomo ha moglie, una famiglia
a lui non riguarda, non importa niente
prende la sacca in mano, e con passo certo
va a rispettare il suo contratto.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Francesco Aceto il 13/03/2009 21:24
    sinceramente ci vedo poco sentimento e solo parole per mettere in evidenza un qualcosa di già datato...
  • Monica d il 06/10/2008 17:36
    Ahahhaah Fabio!
    Beh.. l'argomento è stato molto sfruttato, forse per questo la tua poesia mi sembra davvero poco originale.
  • Fabio Mancini il 06/10/2008 16:53
    Gli affari, sono affari... Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0