PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I giorni sono andati via volando...

I giorni sono andati via volando, ed io
non sono piú quella di ieri, né giammai
torneró da questo cimitero dove, insieme a te,
ho sepolto i miei sorrisi.

Nessun fiore é cresciuto nella mia vita
di pellegrina nuda, e il mio volto,
quello vero, si puó vedere solo all'ombra
delle mani che lo hanno salutato
prima della sua partenza solitaria.

Oggi il vento sfiora le foglie
di alberi lontani.
Nell'aire cieco
una chitarra flamenca
diffonde le sue tristi note, e tutto sembra spento,
anche quel bimbo
che corre verso la madre,
la mia voce, anche, che da troppo tempo non grida,
né tace...

Magari potessi parlare al mondo intero
di quanto pericoloso sia l'amore,
di come ha spezzato le ali alla mia anima,
di come ha cancellato i sogni alle mie notti,
adesso fredde e senza cuscino.

Magari potessi parlare al mondo di questo amore
che ha odore di veleno e sa di morte.
Una volta lo dico, un'altra lo nego,
un'altra ancora taccio...

La mia vita, ció che resta della mia vita,
scorre imperturbata verso quel fiume
che la porta alla tomba,
Acherón di fuoco e sale,
rivoltoso come i miei pensieri,
culla di anime morte.
In questo abisso infernale,
il tuo silenzio é un coltello che mi lacera l'anima,
che accelera la mia fine ogni giorno di piú,
ed ogni giorno diventa piú lungo dell'anteriore,
ogni giorno é una nuova condanna
a una sofferenza senza fine.

I giorni sono andati via volando,
e l'unica cosa che mi resta di te
é una epitaffio scritto sulla mia lapide bianca:
"Ti ameró oltre la morte".
Neppure la pioggia potrá cancellarlo.
Neppure la pioggia...

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • mauri huis il 04/12/2012 06:46
    Talmente intima e struggente che non mi azzardo a dire nulla. Solo che solo chi soffre in questo modo sa cos'è veramente il dolore. Un abbraccio.
  • Anonimo il 10/01/2010 01:23
    bella complimenti
  • Anonimo il 09/12/2009 19:50
    Brava Simona. Un componimento scritto molto bene e con tanto trasporto
  • Vincenzo Capitanucci il 09/10/2008 03:19
    Bellissima... il tuo scrivere coinvolge molto il lettore... facendolo diventare quasi attore...

    Complimenti... l'amore a volte taglia le ali... a volte fa volare... e ci porterà oltre la morte...
  • Anonimo il 06/10/2008 19:31
    Una scrittura prosastica, che ha fatto sobbalzare il mio cuore...
    In questo dolore, la poesia ha accarezzato l'anima...
    Complimenti Simona, mi hai emozionato... Grazie
    Bellissima
    ciao
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0