accedi   |   crea nuovo account

Ricostruire

Ricostruire...
Una vita non vissuta,
e la candida pasta, sostenuta
da un amore profondo
prende forma:
e così nasci, Azzurra.
Tu sei la mia bambina,
la mia seconda figlia.
La prima è Desirée:
chiome castane, pelle di seta,
dolcissimo sguardo.
Ma, adesso, andiamo a noi,
piccola Azzurra,
dall'iride di mare
che intensamente amo
dal vestitino di cielo,
con tante piccole stelle.
Ti ho voluta: ti ho costruita
per il tuo babbo, per me stessa.
Sentivo il tuo piccolo cuore,
già quando da fanciulla,
giocavo in riva al mare,
costruendo i castelli di sabbia;
ma soprattutto io ti ho desiderata
per la mia dolce mamma
che avrebbe voluto dei nipoti.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • luciano tagliapietra il 03/05/2010 01:13
    I sogni ci aiutano a vivere quando la natura ci é matrigna, la nostra fantasia che ci aiuta a ricostruire una bambina immaginaria dagli occhi azzurri come il mare desiderata dal babbo, dalla mamma e dalla nonna. Dolcissima immagine di un grande amore figliale.
  • Antonio rea il 28/01/2010 13:44
    Bella, dolce tenera. Una dedica.. da Mamma!! Bei e caldi versi di una poesia molto molto intensa!!

    Delicata ed apprezzatissima!! Brava!!
  • Dolce Sorriso il 08/10/2008 16:56
    bellissima descrizione di puro amore
    bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0