accedi   |   crea nuovo account

La mia droga

Ho bisogno della mia droga,
quotidianamente, costantemente
ogni giorno di più
per poter volare lontano da qui,
dai miei problemi,
dai miei pensieri
dalle mie abitudini,
andare in un mondo incontaminato
e liberarmi di queste catene
che non mi permettono di vivere.

Ho bisogno della mia droga
che mi faccia star bene
quando sono afflitta dal dolore,
che mi faccia star male
quando voglio soffrire,
che pian piano mi uccida dentro
con le sue dosi di malinconia
e che mi conforti nei momenti bui.
Ho voglia di provare nuove sensazioni
nuove emozioni che partono dalla mia testa
e sfociare nel mio cuore.

Ho bisogno della mia droga,
ho bisogno di lei
per poter vivere diversamente
da quella gente ordinaria
che si limita alla sopravvivenza
e finge la felicità.

Non giudicatemi
Ne ho bisogno veramente
E non posso farne a meno.
E tu, caro amico,
vuoi essere la mia droga?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • matteo picuti il 03/11/2010 14:22
    Bella, se pensi alla droga vera e propria ci si specchia, se pensi all'amore ci sta a pennello, se pensi ad una qualunque cosa che si ama ci sta da dio. La poesia più individuae che abbia mai letto, 5 stelline!
    la mia droga è la musica, ne ho scritto una poesia, se ti va passa da me a leggerla ^^

    P. S. sei bravissima
  • Andrea Santiglia il 25/09/2009 20:45
    droga è una parola rischiosa, ma la tua poesia vola alta tre metri sopra il rischio
  • Antfree Mercury il 12/10/2008 22:00
    mi viene in mente una cantante che ho ascoltato ad un rock festival, prima di cantare disse delle parole che mi sono rimaste impresse nella mente:<< Dedico questa canzone agli amici che non sono venuti!!! >>
  • dramaqueen il 10/10/2008 13:35
    grazie Riccardo
  • Riccardo Brumana il 10/10/2008 12:57
    L'amicizia è una droga di cui è bene abbusarne,
    molto bella la tua poesia complimenti!!!!

    Incompetente, attento a non inciampare!
  • Anonimo il 09/10/2008 19:04
    faccio le abluzioni per mondarmi e già che ci sono mi tiro anche un paio di frustate per mortificare la carne, sciaff sciaff. ora posso andare avanti...
  • zoe marcelli il 09/10/2008 14:39
    soffiati il naso che ti cola
  • Anonimo il 09/10/2008 12:56
    beh, vincenzo, anche dai denti, allora. e le orecchie? e non nasce anche dal sudore del lavoratore? e dalla stretta di mano? e da un bambino che gioca in un cortile vicino ad una betoniera? sniff sniff, ora basta, ho gli occhi pieni di lacrime..
  • Vincenzo Capitanucci il 09/10/2008 10:16
    droga di parole... droga di carezze.. droga di affetto... in chiave sincerità... droga che nasce dagli occhi... che vogliono vedere una luce... non carnevalesca...
    Stupenda... si capisce solo dagli ultimi due versi... che non è quella mortale droga vera... o falsa piuttosto... quella vera è già dentro di noi... da sempre..
    Complimenti...
  • Engjëll Koliqi il 08/10/2008 22:34
    Veramente fortissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    Complimenti!!!
  • dramaqueen il 08/10/2008 20:50
    giuliano, non ho capito bene cosa vuoi dire o, meglio, non trovo un nesso tra quello che hai detto e la poesia...
  • giuliano paolini il 08/10/2008 19:52
    se ne fai uso smodato e consapevole viva tutte le droghe
    cio' che per me e triste e' l'uso di sistemi per nascondersi o fuggire da se stessi poiche' inevitabilmente a noi sempre dobbiamo ritornare
  • dramaqueen il 08/10/2008 19:04
    meglio così, non volevo fraintendimenti.
    Ciao!!!
  • Anonimo il 08/10/2008 19:01
    si capisce che parla solo di amicizia, tranquilla, ma tanto chi è abituato a cercare il diavolo, lo vede ovunque.
  • dramaqueen il 08/10/2008 18:50
    la mia poesia parla d'amicizia e nient'altro.
    poche parole a buon intenditori.
  • Ezio Grieco il 08/10/2008 18:41
    ... e no cara... fanciulla, così non va.
    .. il post è ben strutturato, io però metterei in evidenza solo l'ultima parte; mi piace pensare che GIOVANI come te, facciano uso di tanta e solo amicizia... e non è un surrogato.
    clezio
  • Sonia Di Mattei il 08/10/2008 18:26
    l'amicizia è un dono prezioso, se la si conosce, non se ne può più fare a meno
  • Fabio Mancini il 08/10/2008 16:57
    Poesia ben costruita. Piaciuta. Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0