username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Strega

Ricchezza d’intuito
premonizioni
solari

troppo spesso bruciate

sorelle
calpestate sui roghi

ieri come oggi

Donna
complemento
perfetto
del cerebrale uomo

sublime magico incanto
di magia

Mi apro
anche io
nell’essere donna
con te

aspettando un segno
da meduse fluorescenti

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • suzana Kuqi il 09/10/2008 22:41
    Forse cercavi Lilith? La tua bellissima poesia da un segno di speranza, forse il mondo sta cambiando... come donna ti dico grazie
  • Anonimo il 09/10/2008 18:59
    Come posso non commentare questa bella poesia...
    visto che anche io,
    mi sento strega e fata...
    donna e uomo...
    tempesta e quiete...
    azzurro e nero...
    un inno alle donne graditissima...
    Vincenzo tu comprendi, perchè sai far parlare il tuo lato femminile, senza vergognartene...
    questo dimostra che tu sei un grande uomo..
    ciao
    Angelica
  • Sonia Di Mattei il 09/10/2008 18:13
    fantastica. grazie di aprirti all'universo femminile
  • luisa berardi il 09/10/2008 15:39
    ripetitivo sarebbe dirti quanta ricchezza di espressione ci sia in ogni tua opera, ma è così... complimenti.
  • Moni Flà il 09/10/2008 14:20
    Ti ringrazio innanzitutto per i tuoi commenti. Scrivo poesie(e non solo) da quando avevo 8 anni e non ho mai pubblicato niente. sono entusiasta per aver scoperto questo canale, e sono contenta di conoscere voi tutti. So giá che sarete la mia forza! In quanto al tuo lavoro, Vincenzo, cosa posso dire che non sia giá stato detto? Soltanto una cosa posso aggiungere a quanto sotto, ossia quest'arte "pittorica" ch c'é nelle tue poesie. Ogni parola dipinge nella mia mente un quadro, ogni quadro costituisce un'immagine indelebile... leggere una tua poesia, cioé, é, in un certo qual modo, come visitare il Louvre. Potresti mai dire, uscendo dalla piramide di cristallo, che non ti é rimasto niente dentro? al contrario! Io, all'uscita del Louvre, ero sbalordita e senza parole, cosí come resto dopo aver letto una tua poesia. Ti auguro una grande, grandissima fortuna!
  • Giovanni Ibello il 09/10/2008 14:12
    cosa saremmo senza donne?
    esseri forse intrisi di vuota felicità..
    complimenti signor vincenzo..
  • Ugo Mastrogiovanni il 09/10/2008 13:53
    Il sigillo all'esclusivo profumo di questa poesia è dato dai versi "Mi apro
    anche io nell’essere donna con te".
  • Anonimo il 09/10/2008 13:39
    Strega in forma di medusa presa a manate palate remate in dorso urticante. La regata non è bruciata né le sorelle sono annegate in golfo. Le mani brucianti cercano acqua fresca per poter raggiungere l'ennesima boa di bo lina. Sull'orizzonte c'è sempre lo stesso Padre Oceano che accoglie amorevole streghe, meduse, sorelle, fratelli e folletti perfetti come te.

    Bella bella bella perché mi permette di ballare come mi pare.
    Bacio
    nel
  • laura cuppone il 09/10/2008 11:43
    gorgone
    sfavillio
    rogo... tra i capelli
    negli occhi di una donna
    nel respiro d'un uomo
    gli incanti si perdono
    e si confondono...

    bellissima...
    grazie...

    Laura
  • francesco muscarella il 09/10/2008 11:30
    Meduse fluorescenti che illuminano... Bella!
  • Dolce Sorriso il 09/10/2008 10:33
    piaciuta molto,
    credo sia una bella dedica ad una donna,
    o comunque a tutte le donne!
    bella
  • Ezio Grieco il 09/10/2008 10:22
    ... faccio mio il commento di Maurizio... ed in più... uno sfogo di... indecifrabile ambiguità.
    mikelus
  • Maurizio Patrocinio il 09/10/2008 08:14
    Come sempre non è facile fare commenti, le tue poesie parlano da sole,
    ha quasi il sentore di una dedica particolare, forse mi sbaglio, mah!
    Non voglio ripetermi ma spero come tutti ti poterti finalmente conoscere, non ci deludere. Maurizio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0