accedi   |   crea nuovo account

ecco arriva

sento la voce
dei llanos
il melodioso richiamo
dell'intricata amazzonia
il tagliente e deciso rintocco
delle albe infinite dell'artico
e l'avvolgente golfino
dello smog cittadino
c'e' chi e' disposto a morire per un ideale
proposito rispettabile,
io sono disposto a vivere per non conservare ideali
per accogliere i pensieri come se fossero amici
ma anche a congedarli poi come estranei
sono cosi' sempre più spazio
che non fa differenza
tra un fischio e una carezza
non entro nel merito
e' solo un intermezzo
tra un tempo e l'altro
di una sempre nuova e fresca
rappresentazione.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • terry Deleo il 16/10/2008 01:04
    Originale come l'autore...
    ok il segnalibro me lo tengo io...
    terry
  • Anonimo il 16/10/2008 00:41
    Giuliano,
    rispecchia molto come ti ho visto...
    un saggio fuori dal comune...
    bella.
    ciao
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0