accedi   |   crea nuovo account

Amore

Non so perché tu mi abbia portato qui,
su una panchina,
in mezzo al parco.
Nel silenzio notturno,
ha appena smesso di cadere la neve.
In lontananza,
luci fredde illuminano la nostra
sconosciuta città.
D’un tratto,
senza dire nulla,
tu vieni più vicino.
Le nostre labbra si toccano.
Improvvisamente,
la neve si scioglie…
L’universo che prima ci circondava ora non esiste più…
Leggo l’emozione sul tuo viso, guardandoti.
C’è solo luce attorno ai nostri corpi abbracciati.
Stretto al tuo caldo petto,
il mio cuore batte più forte
nell’ immensa felicità che pervade la mia anima
e che si sta facendo sempre più intensa,
come il bagliore che ci avvolge.
Sento che stiamo sconfiggendo il tempo.
Stiamo per rifiorire l’uno per l’altra
nella primavera della vita.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Antonio Fronte il 20/03/2010 15:29
    Poesia d'Amore che ho letto con infinito piacere. Di un Amore fresco, candido, puro. Le sensazioni e le emozioni che scrivi sono state anche le mie. Complimenti!
  • laura cuppone il 11/10/2008 00:55
    fiori...
    tra la neve... luccicante..

    bella!
    Laura
  • Paola Bonc il 10/10/2008 15:47
    decisamente bella!!!! complimenti
  • Ugo Mastrogiovanni il 10/10/2008 11:45
    Estatica e bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0