PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I MIEI PAMPHLET

I giorni qui erano i miei pamphlet:
pensavo a eretiche sottane su marrane,
a ricchezze a centomila libri, a mille quadri.
A ladri d’anime che attanagli in pugno
Per farli schiavi in un consommè…
E con piacere rido di me stesso
Fino alla sera fino a che è già ieri.
Fino a che i pensieri, stanchi fringuelli,
Si appollaino su rami senza vita….
Allora ritornano due dita
vincolati da due cerchietti d’oro;
ma sono già stanco per dire se è successo
in un cesso, in una chiesa, o in un deserto.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 11/11/2009 21:42
    Bellisima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0