username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Suicida

Da sola se ne stava
audèn del cielo il pianto
e nè un sorriso dava,
ma solo un dolce canto
s'alzava da lei mesto.
Così tanto soffriva.
A causa di quel gesto
ignara era la sorte.
Ed era ancora viva,
lottava con la morte.
Suicida, lotta e spera,
ti prego, dammi retta,
che questa tua galera
per te finisca in fretta.
Io so per chi l'hai fatto,
stringi la foto al cuore.
L'amore a volte è matto
e spesso è dolore.
E quella foto al petto
ancora ti fa male.
É il volto di chi ha detto
che l'amore é immortale.
Suicida adesso tace,
lei piange solamente.
Sul letto il corpo giace,
lontana è la mente.
Il male é tremendo
per gente che ti ama.
Lo vedi, sta piangendo
chi da tempo ti brama.
Lui sta nel letto a lato,
sai bene di chi parlo.
Lo amavi in passato.
Lui era il tuo Carlo.
E oggi Carlo è qui
chè ancora ti vuol bene.
Lo ha dimostrato sì,
donandoti il suo rene.
Per  l'altro l'hai lasciato,
ma amore è proprio questo.
La vita t'ha donato:
tu dagli tutto il resto.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Giuseppe Sparta il 29/09/2014 17:12
    mi è piaciuta! molto diretta e sentita
  • Dolce Sorriso il 12/10/2008 21:53
    Simona
    bella poesia, straziante,
    ma reale
    sei una persona ok
  • Moni Flà il 11/10/2008 12:30
    é finita molto male. Carlo é morto per complicazioni post operazione, e lei, Giusy, é impazzita e fa la barbona in giro per l'Italia. tristissima storia.
  • Vincenzo Capitanucci il 11/10/2008 11:56
    dagli tutto il resto...è un bellissimo Amore..

    Bellissima... toccante.. e che tutto sia finito... in Bene...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0