PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

[Senza titolo]

le tue parole
mi trafiggevano
stanandomi da una trincea di silenzio
coloravano la luce
e facevano cantare il mio respiro.
musica di emozioni
ora
ridotta a un sibilo
suoni senz'anima
che mi affollano come insetti
poi
vibrazione lontanissima
che andrà dissolvendosi
presto,
forse.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 11/10/2008 18:31
    Una parola amica... s'infiltravano quasi come un nemico... fra i miei confini... riportandomi alla musica della vita... lontana dai ronzii...

    Bellissima Aradia... in queste parole di un amore fatto di grande sensibiltà...
  • Adamo Musella il 11/10/2008 13:03
    Le parole mi conducono oltre... un ritorno alla vita e alla gente. Bella poesia Aradia. Baci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0